cannella allattamento foto
Alimentazione Gravidanza

Cannella in gravidanza: benefici e controindicazioni

La cannella rientra tra i cibi da evitare in gravidanza? Vediamo quali sono i suoi benefici e quali le controindicazioni.

Cannella spezia

La cannella in gravidanza è una spezia amata oppure odiata. Tuttavia, tutte le donne che la trovano irresistibile non possono far altro che inserirla in qualsiasi piatto. La cannella fa male? Bisogna dire che il suo consumo va limitato in gravidanza. Quindi, sebbene la cannella non rientri tra i cibi da evitare in gravidanza non è consigliato assumerla tutti i giorni in maniera continuativa. Approfondiamo maggiormente il discorso e vediamo: cannella, proprietà e controindicazioni.

Cannella: tutte le informazioni sulla pianta

La pianta della cannella nasce nei paesi tropicali, appartenente alla famiglia delle Lauracee. La cannella è il frutto di un processo di essiccamento della corteccia e dei fusti. Spesso si utilizza la cannella in povere, molto aromatica e in grado di conservarsi a lungo. In realtà esistono due varietà di cannella:

  • la Cinnamomum cassia, originaria della Cina: questa è la cannella comune che si trova al supermercato, nei bastoncini o sotto forma di polvere. In questo caso le proprietà della cannella in polvere variano leggermente perché durante il processo di triturazione si perde parte dei principi attivi.
  • la Cinnamomum zeylanicum (Ceylon) è invece la cannella più pregiata originaria dello Sri Lanka.

cannella pianta foto

Leggi anche: Banane In Gravidanza: Frutto Pericoloso?

Le proprietà terapeutiche della cannella

Vediamo ora le moltissime proprietà della cannella. Questa spezia, oltre a donare un ottimo sapore ai dolci e alle tisane, è ritenuta afrodisiaca. La proprietà della cannella più conosciuta è quella di influire positivamente sul raffreddore, accelerandone la guarigione. Tuttavia, si possono anche elencare numerosi altri vantaggi della cannella: proprietà dimagranti, antiossidante naturale, digestive, anti-tumorali, proprietà benefiche sul sistema nervoso e proprietà cosmetiche. Come si vede, i benefici della cannella sono enormi ma bisogna limitare il suo utilizzo in dolce attesa. Vediamo della cannella i valori nutrizionali, per 100 gr di prodotto:

  • carboidrati 55 gr;
  • proteine 3,99 gr;
  • zuccheri 2,18 gr;
  • grassi 1,25 gr;
  • fibra 53 gr;
  • sali minerali: potassio, magnesio, calcio, rame;
  • vitamina A, B.

cannella gravidanza foto

Leggi anche: Le Donne Incinte Possono Mangiare Le Fragole?

Cannella: benefici e controindicazioni

Il rapporto tra la cannella e i benefici è strettissimo poiché questa spezia presenta davvero proprietà meravigliose per il nostro corpo. Tuttavia, bisogna tenere in considerazione che la gravidanza è un periodo particolare in cui è necessario saper introdurre i giusti alimenti con le dosi corrette. Per questo motivo, la cannella si può mangiare in gravidanza ma con moderazion e senza utilizzarla in modo massiccio per più volte al giorno. Dal momento che la cannella fa dimagrire, se utilizzata quotidianamente e in dosi elevate potrebbe influenzare negativamente la crescita fetale. La cannella ha effetti collaterali anche maggiori: infatti, nelle persone più sensibili e che ne utilizzano una quantità eccessiva, la cannella in gravidanza può portare a contrazioni uterine precoci. Oltre a ciò, la cannella contiene la cumarina, una sostanza che rallenta il lavoro svolto dai reni e dal fegato. Ovviamente, va sempre tenuto in considerazione che la dose di cannella deve essere decisamente alta e si parla soprattutto della varietà Ceylon, quella più pregiata. Infatti, la comune cannella in polvere presente nella grande distribuzione, difficilmente può avere controindicazioni.

cannella controindicazioni foto

Leggi anche: Origano in gravidanza: benefici e controindicazioni

Spezie in gravidanza

Oltre alla cannella, ci sono anche moltissime altre spezie in gravidanza che si possono utilizzare, spesso al posto del sale, per insaporire i piatti. Il peperoncino in gravidanza, non è da escludere ma si deve utilizzare con moderazione, soprattuto se la mamma non era abituata a mangiare piccante prima della gestazione. Invece per quanto riguarda lo zenzero in gravidanza può essere un validissimo aiuto, soprattutto nel primo trimestre, quando la donna deve combattere con le nausee mattutine. Il pepe in gravidanza non va abolito ma limitato a qualche spolverata, perché potrebbe irritare le pareti dello stomaco e provocare emorroidi. Attenzione anche al curry in gravidanza, allo zafferano in gravidanza e alla curcuma in gravidanza. Queste tre spezie vanno utilizzate al minimo perché possono provocare effetti collaterali allo stomaco (disturbi gastrici). Invece lo zafferano in gravidanza, già a partire dai 5 gr potrebbe portare interferenza nella coagulazione sanguigna nelle donne più soggette. Infine, la camomilla in gravidanza è permessa sotto forma di tisana alla sera in bustine già pesate perché non è consigliato abusarne.

spezie

Leggi anche: Aglio In Gravidanza: Fa Male O Si Può Mangiare?

Cannella e allattamento

Come comportarsi con la cannella in allattamento? In realtà la risposta è molto più semplice di quanto si creda perché in allattamento sono concesse tutte le spezie, dosate ovviamente in maniera corretta. Quindi, la cannella in allattamento si può assumere sotto forma di tisana, biscotti o utilizzandola per insaporire piatti. Infatti, la quantità di uno, due o tre cucchiaini non va a inficiare sul gusto del latte, principale conseguenza tanto temuta dalle mamme. Il bambino è già abituato ai sapori differenti poiché sta a contatto per ben 9 mesi con il liquido amniotico e pertanto l’allattamento al seno non deve escludere nessun alimento, tranne quelli che potrebbero essere pericolosi anche per la mamma ( ad. esempio i funghi). Attenzione però all‘olio essenziale alla cannella: questo non può essere utilizzato per proprietà cosmetiche né in gravidanza e né in allattamento.

allattamento cannella foto

Leggi anche: Funghi in allattamento

Tisane alla cannella

Il beneficio della cannella lo si può avere sorseggiando un the alla cannella (di mattina, meglio evitare la teina alla sera) oppure con le tisane alla cannella. In commercio ne esistono davvero di moltissimi gusti differenti ma anche recandosi in erboristeria si può scegliere la tisana che meglio si adatta ai vostri gusti. Le più indicate sono la tisana zenzero e cannella, utilissima nei primi mesi della gravidanza per contrastare la nausea, tisana zenzero, limone e cannella, tisana arancia, cannella e zenzero, utilissima nei mesi invernali. Spesso un’ottima accoppiata è la tisana miele, cannella e zenzero da assumere però saltuariamente. Ecco due ricette delle tisane con la cannella e una dei biscotti alla cannella:

  • tisana arancia zenzero e cannella
  • the alla cannella
  • biscotti alla cannella

 

Leggi anche:  Orzo in gravidanza: perché berlo è importante

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *