funghi porcini gravidanza foto
Alimentazione Gravidanza

Funghi in allattamento

Dubbi sull’alimentazione in allattamento? Vediamo se in allattamento si possono mangiare funghi e il rapporto tra gravidanza e funghi.

Mangiare i funghi

I funghi sono degli alimenti molto particolari. Appartengono alla categoria delle muffe e dei lieviti. Tuttavia, hanno anche delle proprietà nutrizionali importanti. In particolare, contengono fosforo e potassio che concorrono alla formazione corretta delle ossa e dei denti del bambino, se si parla del mangiare funghi in gravidanza. Nonostante ciò, non bisogna abusare di questi alimenti e bisogna capire quali sono i funghi da evitare in gravidanza. Infine, cercheremo di capire se mangiare funghi in allattamento può essere rischioso.

Funghi in allattamento

Posso mangiare i funghi in allattamento? Questa è la normalissima domanda che tutte le mamme si pongono non appena hanno portato a termine la gravidanza. Si sa che in gravidanza si possono mangiare funghi, purché saltuariamente e in piccole porzioni. Molto importante che i funghi in gravidanza siano confezionati, surgelati o sott’olio e mai funghi crudi, responsabili spesso di indigestioni, intossicazioni e avvelenamenti.
Invece, per quanto riguarda i funghi in allattamento? Durante l’allattamento, l’alimentazione della donna può ritornare a essere completa come il periodo precedente la gravidanza. Per questo motivo si dice che non ci sono alimenti vietati in allattamento. Tuttavia, come si consigliano i funghi sott’olio in gravidanza, i funghi surgelati in gravidanza e quindi i funghi cotti in gravidanza, anche durante l’allattamento la mamma deve preferire queste modalità di assunzione dei funghi. I funghi porcini in allattamento si possono mangiare purché siano quelli acquistati al supermercato e mai freschi. Il motivo principale è che anche i funghi commestibili potrebbero contenere bassissime dosi di sostanze tossiche che andrebbero a finire nel latte materno. Proprio per tale motivo, la quantità di funghi da mangiare in allattamento non deve mai essere superiore ai 200 gr.

funghi allattamento foto

Leggi anche: Spinaci in allattamento

Mangiare i funghi fa male?

Come mai bisogna avere tutte queste accortezze con i funghi? La risposta in realtà è molto semplice: i funghi sono potenzialmente tossici per tutti gli adulti. Questo significa che i funghi fanno male se mangiati in grosse quantità e spesso. La quantità di funghi da non superare per uomini e donne è di 500 gr alla settimana e questa scende a 100-200 gr quando la donna allatta o è incinta.
I bambini possono mangiare i funghi solamente quando hanno raggiunto i 12 anni perché prima non sarebbero in grado di digerirli in maniera adeguata. Questo è quanto invitano a fare i pediatri e i nutrizionisti. Tuttavia, i funghi da mangiare sono talmente versatili che sicuramente non viene vietato un pezzo di pizza ai funghi in gravidanza e nemmeno a un bambino. Lo stesso discorso è valido se si porta in tavola un risotto ai funghi, cucinato con i funghi secchi acquistati al supermercato.
Le varietà più difficili da digerire sono i funghi porcini in gravidanza e in allattamento e i funghi champignon (in gravidanza e in allattamento). In particolare, esiste un fungo molto simile ai funghi porcini, ma altamente tossico e che cresce nei territori italiani. La regola principale quindi è quella di acquistare sempre i funghi confezionati e mai consumare quelli freschi e crudi. Quelli surgelati, per esempio, si prestano moltissimo per la ricetta dei funghi trifolati.

funghi bambini foto

Leggi anche: Gelati in gravidanza, sono ammessi?

Funghi: quali sono i pericoli

I funghi freschi di cui s’ignora la provenienza, quelli raccolti in autonomia nei boschi o quelli mangiati in grosse quantità possono portare conseguenze spiacevoli.
In particolare, il peggio può sussistere quando si parla di gravidanza e funghi oppure di bambini. I funghi crudi sono vietati in gravidanza (e allattamento) perché, oltre a essere mal tollerati e pericolosi, potrebbero portare la toxoplasmosi in gravidanza (perché derivano direttamente dalla terra). Tutti i funghi, anche quelli più conosciuti e consumati dalla maggior parte della popolazione, se mal conservati possono portare ad avvelenamento.
I funghi, le donne incinta devono quindi assumerli solo raramente e sempre ben cotti. La quantità deve essere esigua perché un avvelenamento da funghi in gravidanza può anche portare adaborto spontaneo. I sintomi di un avvelenamento da funghi sono:

  • forte mal di stomaco
  • vomito
  • diarrea
  • convulsioni
  • deliri
  • sonnolenza
  • crampi
  • morte (se si tratta di funghi velenosi)

funghi in allattamento foto

Leggi anche: Si possono mangiare le castagne in gravidanza?

Funghi in allattamento e ricette

Per tutte coloro che desiderano togliersi lo sfizio di mangiare i funghi in allattamento, ecco proposte alcune ricette. Queste sono perfette anche per chi vuole mangiare i funghi in gravidanza e per tutta la famiglia (i bambini al di sopra dei sei anni possono fare un assaggio, ma non è consigliato dare un’intera porzione). Inoltre, se nel video vengono consigliati i funghi freschi, è opportuno sostituirli con quelli surgelati e confezionati perché sia in gravidanza e sia in allattamento non si consiglia mai di assumere i funghi freschi, anche se di stagione. Ecco le ricette:

  • risotto ai funghi con porcini (secchi)
  • la pizza con prosciutto e funghi 
  • pennette ai funghi

Leggi anche:  Funghi in gravidanza…fanno bene?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *