castagne in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Si possono mangiare le castagne in gravidanza?

Il pancione porta con sé tantissimi dubbi, in particolare su cosa mangiare e cosa non mangiare in gravidanza

Castagne: benefici e controindicazioni

Con i primi freddi, il camino acceso e i pomeriggi bui, niente attira di più di una bella padella con le castagne! Possono essere cucinate in mille modi, crude, al forno o direttamente sul fuoco,  senza perdere il loro gusto unico. Forse non tutti sanno che hanno anche tantissime proprietà, ma… Non possiamo esagerare, in particolar modo se siamo in dolce attesa. La prima domanda a cui, comunque, vogliamo rispondere è: le castagne in gravidanza si possono mangiare? Vediamo dunque insieme i benefici e le controindicazioni delle castagne.

Mangiare le castagne in gravidanza fa male?

Veniamo quindi subito al punto, le castagne fanno male in gravidanza? Assolutamente no, ma – come per tutte le cose – il troppo non è mai buono, quindi non dobbiamo assolutamente esagerare. D’altro canto, i benefici delle castagne sono molti, innanzitutto sono ricche di carboidrati, vitamine e sali minerali, ciò le rende ottime contro la stanchezza e l’anemia; possiedono poi molto fosforo che aiuta il sistema nervoso. Altre buone notizie per le donne che hanno voglia di mangiare castagne in gravidanza! Questo frutto tanto gustoso contiene molte fibre, che aiutano a combattere la stitichezza e non solo: un buon consumo di fibre previene un altro fastidio tipico della gravidanza, possiamo dunque trovare un nesso risolutivo fra castagne ed emorroidi. Tra le proprietà della castagna c’è anche quella di essere un veicolo di acido folico, fondamentale per la formazione del feto . Per chi si preoccupasse, invece, se le castagne in gravidanza portano toxoplasmosi o se le castagne crude fanno male, possiamo subito tranquillizzare: le castagne crude non veicolano nessuna malattia, in quanto sono un frutto di una pianta e non un alimento di origine animale, che invece va consumato sempre ben cotto.
castagne in gravidanza 2


Leggi anche: Le Donne In Attesa Possono Mangiare I Mandarini?

Proprietà delle castagne che fanno bene a tutti

Abbiamo visto che non sono affatto nocive per le future mamme, anzi, che fa addirittura bene mangiare castagne in gravidanza ogni tanto, dobbiamo sapere che le castagne nella nutrizione sono ottime anche per chi non è in dolce attesa:

  • ci aiutano a recuperare le forze, in particolar modo dopo l’influenza – tipica di questo periodo dell’anno – perché contengono vitamina B9 e hanno un grande potere antiossidante.
  • C’è un buonissimo rapporto tra castagne, colesterolo e trigliceridi: la castagna ha tra le sue proprietà quella di combattere il colesterolo alto, grazie all’alto contenuto di fibre che aiutano a eliminare grassi e colesterolo cattivo.

Ecco un video che illustra tutte le proprietà delle castagne:

leggi anche: Burro In Gravidanza: Un Pericolo Per Le Mamme?

A Cosa fanno male le castagne?

Come accennavamo all’inizio dell’articolo, se innumerevoli sono i benefici e le proprietà delle castagne, dobbiamo dire che le castagne, per i diabetici non vanno assolutamente bene. L’alimento, infatti, è ricco di carboidrati e zuccheri, rendendo il binomio castagne e glicemia non proprio ottimo: se sospettiamo un diabete gravidico o se soffriamo di diabete già prima della dolce attesa, sarebbe meglio evitare proprio questo frutto. Attenzione, non sono certo la prima causa della malattia, ma se già abbiamo la glicemia alta l’ultima cosa da consumare è un bel cartoccio di caldarroste per il diabete. Le castagne hanno anche altre controindicazioni: se esageriamo nel loro consumo, infatti, il rischio è quello di ingrassare e tenere anche dopo il parto quei fastidiosi chili in eccesso.
castagne e gravidanza
Leggi anche: I Latticini Come La Mozzarella…Un Pericolo Per Le Donne In Gravidanza?

Castagne in allattamento

Abbiamo visto che le castagne in gravidanza possono essere mangiate senza problemi, da evitare solo in caso di diabete. Ora il periodo della dolce attesa è finito, possiamo stringere il nostro cucciolo tra le braccia ogni volta che vogliamo, e nutrirlo con il nostro latte. Ecco qua un’altra fase delicatissima dell’essere madre: l’allattamento. In questi mesi le domande su cosa si può mangiare e cosa no aumentano, le insicurezze sono molte. Che rapporto c’è tra castagne e allattamento? Si possono mangiare tranquillamente le castagne in allattamento, purché non si esageri. Infatti, questo alimento porta gonfiore e aria, potremmo quindi far venire qualche colichetta al nostro neonato, anche se il rapporto tra cibo ingerito dalla mamma e aria alla pancia nel bimbo non è ancora scientificamente provato.
Nel dubbio non abusiamo del frutto per non incorrere nelle controindicazioni delle castagne già dette prima. Dopo lo svezzamento, posso dare le castagne ai bambini? Certamente, se il bambino non presenta allergie verso la frutta secca, non c’è nessun problema!

castagne in gravidanza 3

Leggi anche: Tonno In Gravidanza: Si Può Mangiare?

Come si conservano le castagne?

Non tutti sanno che esistono per mantenere sempre fresche e conservare tutte le proprietà delle castagne:

  1. Curatura in acqua. In questo modo possiamo mantenere le castagne fresche fino a febbraio. Sarà necessario metterle a bagno per 4 giorni senza cambiare mai l’acqua. A questo punto andranno fatte asciugare all’aria per 24-48 ore stando attenti che non si sovrappongano. Una volta asciutte, possiamo riporle in sacchetti da mettere in frigo o in cantina.
  2. Congelare le castagne. Basta riporle ben pulite in freezer e tirarle fuori all’occorrenza.
  3. Essicamento. I più temerari potranno provare ad essiccarle le castagne, seguendo gli stessi procedimenti di essiccamento per frutta o verdura.

Ecco anche un video che mostra come conservare al meglio le castagne.

Leggi anche:Fritto In Gravidanza: Fa Male?

Le varietà e i nutrienti delle castagne

Sappiamo che a livello di diversità di frutta e verdura il nostro paese non ha nulla da invidiare a nessuno! Non fanno certo eccezione le castagne, di cui possiamo contare tantissime qualità scendendo da nord a sud della penisola, molte delle quali hanno anche i riconoscimenti europei come DOP (denominazione origine protetta) o IGP (indicazione geografica protetta). Qualche esempio? Castagna di Montella,del Monte Amiata, Castagna di Vallerano e di Cuneo. Ma l’elenco è lunghissimo: possiamo nominare i marroni della Val di Susa, del Mugello, di Castel del Rio, Monterano, e potremmo andare avanti per molto. Ma quali sono le proprietà e i nutrienti delle castagne? Come abbiamo visto, i marroni fanno ingrassare, vediamolo più nel dettaglio. 100g di questo frutto contengono:

        • 52,6g di acqua
        • 4g di proteine
        • 39,6g di amido o glicidi
        • 2,59g di lipidi (grassi)
        • 40mg di calcio
        • 1mg di ferro
        • 50mg di vitamina C
        • 0,3mg di vitamina B1

castagne in gravidanza 5
Leggi anche: Polpo In Gravidanza: Si Può Mangiare?

Frutta in gravidanza: un’alleata

Se comunque abbiamo tantissimi dubbi sull’alimentazione, su cosa mangiare e cosa non mangiare in gravidanza, teniamo sempre presente che mangiare la frutta fa sempre bene. Innanzitutto è una fonte di idratazione che può venire in nostro soccorso i primi mesi, quando anche un bicchiere d’acqua può provocare nausee. Poi, ogni frutto ha tantissime proprietà, vitamine e sali minerali, per cui la frutta in gravidanza fa bene. Teniamo però sempre qualche accortezza: se la consumiamo con la buccia laviamola accuratamente con disinfettanti idonei o teniamola in ammollo con del bicarbonato e non esageriamo! La frutta, infatti, contiene anche zuccheri, evitiamo quindi un consumo eccessivo.

castagne in gravidanza

Leggi anche: Il Limone In Gravidanza: Proprietà Benefiche

Ricette con le castagne per la gravidanza

Dopo avervi svelato le proprietà delle castagne e le controindicazioni, vi proponiamo ora alcune ricette che le vedono protagoniste.
Iniziando con vari metodi di cottura delle castagne, passando ai primi piatti e, infine, alla ricetta per preparare il castagnaccio. Fa ingrassare? Scommetto che ve lo starete chiedendo! Sicuramente non è un dolce ipocalorico, ma se non si soffre di diabete gestazionale, un dolce ogni tanto ce lo si può concedere!

Leggi anche: Le donne incinte possono mangiare le fragole?