aforismi woody allen
Frasi

Woody Allen Frasi: 314 aforismi e immagini dell’attore, regista e comico più famoso

I film di Woody Allen sono decisamente affascinanti: ambientazioni da favola, atmosfere surreali, il tutto farcito da musiche straordinarie. Ecco a voi le frasi di Woody Allen più belle e le immagini.

Woody Allen

Non solo regista, ma anche attore, scrittore, comico e musicista, Woody Allen è una vera e propria icona nel panorama di Hollywood. Per conoscere meglio questo personaggio, sono proposti gli aforismi di Woody Allen, le sue frasi celebri tra le quali le frasi dei film, le frasi d’amore e tante immagini da condividere.

Frasi Woody Allen

Prima di entrare nel dettaglio con le frasi dei film di Woody Allen, ecco un ottimo metodo per scoprire l’attore e il regista statunitense: gli aforismi. Woody Allen è un personaggio carismatico e le sue parole ci permettono di conoscere meglio questo produttore cinematografico dotato di grande estro e personalità.

Non voglio raggiungere l’immortalità attraverso le mie opere; voglio raggiungerla vivendo per sempre.

Tra scienza e religione ho sempre scelto la scienza, tutti dovrebbero essere come minimo agnostici.

Meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita.

Nixon era un bravo presidente, però quando usciva dalla Casa Bianca il servizio d’ordine contava l’argenteria.

L’omosessualità è contro natura, come camminare sull’acqua, morire e risorgere, moltiplicare il cibo e rimanere incinta da vergine.

Che cosa non mi piace della morte? Forse l’ora.

Non c’è nulla di positivo nell’invecchiare. L’ho sempre trovato un argomento schifoso e non c’è niente di buono anche se intorno circola un grande business: avrai apparecchi acustici, difficoltà di digestione, crampi e molto altro.

Non sono i 6 milioni di ebrei che mi preoccupano, è che i record sono fatti per essere battuti.

I momenti comici sono banali rispetto al senso di tragedia che permea l’essere umano. Sono piccole oasi in un mare di tragedia che porta inesorabilmente verso l’invecchiamento, la fine dell’umanità, il disfacimento del pianeta e dell’universo.

La destra dà risposte molto semplici, dirette a problemi enormi. Ci sono i senzatetto? Che se ne vadano. C’è un aumento di criminali? Ripristiniamo la pena di morte. Soluzioni che naturalmente non tentano di capire il perché dei fenomeni a cui vengono applicate.

Non è un segreto che in America il crimine organizzato incameri più di quaranta miliardi di dollari all’anno. Questa è una somma piuttosto redditizia, specie quando uno considera che la Mafia spende molto poco per la cancelleria.

Dio, secondo gli ultimi libri di Mosè, è benevolo, anche se ci son ancora tante questioni di cui è meglio non si occupi.

Adoro la città, non mi piace la campagna. Fuori da New York ci sono solo due città al mondo dove mi sento a casa: una è Venezia, l’altra è Parigi.

Non ho mai creduto che la bellezza fosse anche la verità, mai. Ho sempre creduto che la gente non possa sopportare troppo la realtà. Io amo vivere nel mondo di Ingmar Bergman. O in quello di Louis Armstrong. O in quello dei New York Knicks. Perché non si tratta di questo mondo.

Perché la carne di maiale sia proibita dalla legge ebraica è tuttora poco chiaro e alcuni studiosi ritengono che la Torah suggerisca semplicemente di non mangiarla in certi ristoranti.

Siamo così presuntuosi da pensare che la ricerca e la scienza possano controllare tutto? Un uomo ingoia un boccone troppo grande di carne e soffoca. C’è nulla di più semplice? Quale altra prova occorre dell’armonia squisita dell’universo?

Io sono un sostenitore d’Israele, mi sono sempre sentito offeso per le sofferenze inflitte a questa piccola nazione dai vicini nemici, da vili terroristi e da gran parte del mondo. Ma ora sono indignato dal trattamento che gli israeliani infliggono ai palestinesi in rivolta. Ma dico, ragazzi, stiamo scherzando? Soldati che picchiano la popolazione civile per dare un esempio? Che rompono le mani e le braccia di ragazzi e donne per impedirgli di tirare le pietre? Che rastrellano la gente nelle case e li bastonano per ridurli, col terrore, alla calma? Quasi non riesco a credere a quello che leggo nei giornali: davvero sono stati bloccati gli aiuti alimentari e le medicine per rendere la vita impossibile ai ribelli?

Mi è stato chiesto se ero consapevole delle implicazioni morali di ciò che facevo. Come dissi al tribunale di Norimberga, non sapevo che Hitler fosse nazista.

Gli americani non gettano mai via i loro rifiuti. Li trasformano in show televisivi.

Le pupe, sono una mia preoccupazione minore che antepongo solo al respirare. Questo è il motivo per cui, quando la porta del mio ufficio si spalancò e una bionda dai capelli lunghi di nome Heather Butkiss entrò con alcune falcate per dirmi che era una modella per nudi e aveva bisogno del mio aiuto, le mie ghiandole salivari ingranarono la quarta. Indossava una minigonna e un golfino attillato e la sua figura descriveva una serie di parabole che potevano causare l’arresto cardiaco a un bue tibetano.

Non c’è dubbio che l’unica caratteristica della “realtà” è che è priva di essenza.

Di recente, la matematica tradizionale è stata resa obsoleta dalla scoperta che per anni abbiamo scritto il numero cinque al contrario. Questo ha portato a una rivalutazione del conteggio come metodo per andare da uno a dieci. Agli studenti si insegnano concetti avanzati di algebra Booleana, ed equazioni un tempo irrisolvibili sono trattate con minacce di rappresaglie.

Anche l’orecchio dev’essere educato, perché è il nostro organo più facilmente ingannabile e gli si può far credere di essere un naso disponendo male gli altoparlanti stereo.

La teoria del comportamento umano. Perché certi individui sono definiti “persone piacevoli” e perché ce ne sono altri che vorresti solo dargli dei pizzicotti. C’è una separazione fra mente e corpo, e, se sì, qual è meglio avere?

Vista in positivo, la morte è una delle poche cose che si possono fare facilmente stando distesi.

I fratelli Vargas litigano di continuo sulla strategia militare e la filosofia politica, ed è difficile immaginare che questi due grandi capi ribelli fossero, solo la settimana scorsa, una coppia di addetti alla toilette maschile dell’Hilton locale.

Se questi oggetti effettivamente provengono da un altro pianeta, allora la civiltà che li ha progettati deve essere milioni di anni più avanzata della nostra. O è così, oppure sono molto fortunati.

Questa è assolutamente da non credere. Abbattei un alce, un giorno. Andavo a caccia, su, verso il confine col Canada, e abbattei un alce. Lo lego al parafango, e via. Me ne torno a New York, sull’autostrada. Però non mi ero accorto che l’avevo colpito di striscio: l’alce era solo tramortito. Alle porte di New York comincia a riprendere conoscenza. Eccomi dunque a viaggiare con un alce vivo sul parafango, laddove c’è una legge nello Stato di New York che lo vieta espressamente – di viaggiare con un alce vivo sul parafango – il martedì, il giovedì e il sabato. Vengo preso dal panico.

È assolutamente evidente che l’arte del cinema si ispira alla vita, mentre la vita si ispira alla TV.

Gli studiosi ricorderanno che parecchi anni fa un pastore, errando nel Golfo di Aqaba, s’imbatté in una caverna contenente molte, enormi giare di terracotta e anche due biglietti per il circo sul ghiaccio. Dentro le giare vennero scoperti sei rotoli di pergamena con scritte antiche incomprensibili, che il pastore, nella sua ignoranza, vendette al museo per 750.000 dollari ciascuna.

È impossibile sperimentare la propria morte oggettivamente e continuare a cantare una melodia.

L’universo è soltanto un’idea fugace nella mente di Dio – un pensiero piuttosto scomodo, proprio come se avessi appena versato l’anticipo per l’acquisto di una casa.

Quando ho cominciato a fare commedie, mi sono reso conto che i riferimenti ebraici, con il rapporto con il sesso e lo psicanalista, garantivano risate facili. Sono diventato ebreo al cinema, per ragioni commerciali.

Non mi interessa vivere nel cuore degli americani; preferisco vivere nel mio appartamento.

Presumo di essere ateo. Non ho mai creduto in Dio e penso che non ci crederò mai.

26 Giugno: Riprese alla Sagrada Familia, il capolavoro di Gaudí. Pensavo che ho molto in comune col grande architetto spagnolo. Tutti e due sfidiamo le convenzioni, lui con le sue architetture sconvolgenti, io indossando un bavaglino con su disegnata un’aragosta sotto la doccia.

La dolce vita ha sconvolto la nostra concezione della realtà: il mondo non sarebbe com’è se non fosse esistito Federico Fellini.

La fisica contemporanea ci sta dando messaggi sempre più tristi sull’universo e credo che le spiegazioni che ci verranno date in futuro non saranno né piacevoli né confortanti. Sono molto critico verso le religioni organizzate, le trovo una gran perdita di tempo. Al massimo posso credere che un individuo nella sua intimità possa avere sentimenti religiosi che non hanno nulla a che vedere con la religione che ci viene insegnata da piccoli: qualcosa di molto personale e indescrivibile che ci porta a cercare di capire noi stessi.

Non credo nel destino, ma credo profondamente nella fortuna, anche se ci sono persone che fanno di tutto per attirare la cattiva sorte.

Fino all’anno scorso avevo un solo difetto: ero presuntuoso.

Avrei voluto essere un autore di tragedie, ma tristemente per me la mia vena più fertile di scrittore è quella comica.

Da quando mi alzo a quando me ne vado a letto penso costantemente al sesso e alla morte.

La vita è talmente tragica che non resta che riderci sopra.

In maniera ridicola la mia band è diventata una attrazione. Credo che la gente affolli i miei concerti più per vedermi che per sentirmi suonare. Ci metto tanta buona volontà ma ho poco orecchio e mi esercito solo mezz’ora al giorno. Sono un dilettante, non merito tanta attenzione.

Venezia è il posto più romantico del mondo ma ancora meglio quando non c’è nessuno.

C’è una grandezza innata in Groucho, che sfida l’analisi più accurata, come succede con tutti i veri artisti. Lui è semplicemente unico, allo stesso modo di Picasso o Stravinskij, e credo che la sua impudente strafottenza verso l’ordine costituito sarà divertente tra mille anni come adesso. Oltre tutto, mi fa ridere.

Woody Allen Frasi


Leggi anche: Frasi Nicholas Sparks: 255 citazioni e immagini dedicate alle storie d’amore

Woody Allen citazioni

Woody Allen è anche un personaggio comico anche se spesso il suo umorismo passa in secondo piano poiché si tende a parlare dei suoi film e del suo successo. In questo paragrafo dedicato all’artista, sono contenuti gli aforismi divertenti di Woody Allen: frasi spiritose dette da lui durante le interviste e le cerimonie. Scegli l’aforisma di Woody Allen che maggiormente ti colpisce e condividilo sui social.

Sono decisamente contrario alla vecchiaia. Penso che non la si debba raccomandare a nessuno.

Lo psichiatra è un tizio che vi fa un sacco di domande costose che vostra moglie vi fa gratis.

In quel periodo uscivo con una ragazza e dovevamo sposarci, ma c’era un conflitto religioso. Lei era atea e io agnostico. Non sapevamo senza quale religione educare i figli.

Non ho niente contro Dio, è il suo fan club che mi spaventa.

Ogni volta, quando un mio film ha successo, mi chiedo: come ho fatto a fregarli ancora?

Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.

Il mondo si divide in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio ma i cattivi, da svegli, si divertono molto di più.

Non credo in una vita ultraterrena; comunque porto sempre con me la biancheria di ricambio.

Mi stavo abituando a mettere mia moglie sotto un piedistallo.

Il sesso senza amore è un’esperienza vuota, ma tra le esperienze vuote è una delle migliori.

Sono sbalordito dalla gente che vuole conoscere l’universo, quando è già abbastanza difficile non perdersi nel quartiere cinese.

Non mangio mai ostriche. Il cibo mi piace morto. Non malato, né ferito. Morto.

L’uomo consiste di due parti, la sua mente e il suo corpo. Solo che il corpo si diverte di più.

Ci sono cose peggiori della morte. Se hai passato una serata con un assicuratore, sai esattamente di cosa parlo.

L’amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande.

L’Eterno Nulla va perfettamente bene se sei disponibile ad affrontarlo con un abito adatto.

Nessuno dovrebbe mai spendere soldi per cose stupide, come del nettare di pera o un cappello di oro massiccio.

Riuscire a superare la notte sta diventando sempre più difficile. Ieri sera ho avuto la strana sensazione che degli uomini cercassero di irrompere nella mia stanza per farmi uno shampoo. Perché? Mi sembrava di vedere delle ombre vaghe, e alle tre del mattino la canottiera che avevo messo sullo schienale di una sedia assomigliava tremendamente al Kaiser su pattini a rotelle. Quando finalmente mi sono addormentato ho avuto il solito incubo mostruoso di quella marmotta che mi vince a tombola. Disperazione.

Continuo a chiedermi se c’è una vita dopo la morte, e se sì, saranno in grado di cambiarmi un biglietto da venti?

I miei film sono molto più apprezzati in Francia che in America. Devono avere dei sottotitoli fantastici.

Quando l’Academy mi ha telefonato per invitarmi credevo mi chiedesse di restituirgli i miei Oscar: ero nel panico, non so più dove li ho messi…

Devi smettere di essere così duro con te stesso, un sacco di gente famosa ha avuto degli inizi difficili. Per esempio Hitler è stato bocciato all’artistico.

Finora, l’argomento dei dischi volanti è stato per lo più associato ai mitomani e agli squilibrati. Spesso, infatti, gli avvistatori ammettevano di far parte di entrambi i gruppi.

Di tutte le meraviglie della natura, un albero in estate è forse la più notevole, eccezion fatta forse per un alce con le ghette che canta “Embraceable You.

La maturità di un individuo non dipende da quanto è vecchio, ma da come reagisce svegliandosi in pieno centro in mutande.

Ero sopraffatto dall’autocommiserazione e ho considerato di nuovo l’idea di uccidermi – stavolta inalando vicino a un agente delle assicurazioni.

Come si sbagliava Emily Dickinson! La speranza non è “la cosa con le piume.” La cosa con le piume è mio nipote. Devo portarlo da uno specialista a Zurigo.

È meglio amare o essere amati? Nessuno dei due se il vostro colesterolo è più di seicento.

Un buon esempio di manifestazione fu il Boston Tea Party durante il quale gli americani offesi si travestirono da pellerossa e buttarono il tè inglese nel mare. Più tardi, dei pellerossa travestiti da americani offesi buttarono in mare i veri inglesi. Quindi gli inglesi, travestiti da tè, si buttarono in mare. Finalmente dei mercenari tedeschi, vestiti solo coi costumi delle Troiane, si buttarono in mare senza ragione alcuna.

Dove finirà il mondo ora che esiste una bomba capace di uccidere più gente di uno sguardo della figlia di Max Rifkin?

Dove sono cresciuto, dovevi rubare per mangiare. Poi dovevi rubare per dare la mancia.

Lavoravo al panificio Rifkin, dove il mio lavoro era quello di togliere la marmellata dalle ciambelle andate a male e trasferirla in quelle fresche. Era un lavoro molto impegnativo, fatto con un tubo di gomma e uno scalpello.

Connie Chasen e io eravamo, innegabilmente, presi l’uno dell’altra; e appena un’ora dopo, eccoci a eseguire fra le coltri, con trasporto e abbandono, l’assurda coreografia del piacere carnale.

Naturalmente è un’infermiera, il che potrebbe significare che i suoi interessi sono più profondi, più umani, meno egoistici. O potrebbe significare che a conoscerla meglio si rivelerà una portapadelle senza fantasia.

Non c’è dubbio che ci sia un mondo invisibile. Il problema è, quanto dista dal centro storico e qual è l’orario di chiusura?

È vero che certe persone possono predire il futuro o comunicare coi defunti? E dopo la morte, è ancora possibile fare la doccia?

Picasso stava per iniziare quello che poi doveva essere conosciuto come “periodo blu”, ma Gertrude Stein e io prendemmo un caffè con lui, così lo cominciò dieci minuti più tardi.

E adesso devo davvero volare via. Mi sono appena ricordato che ho lasciato accese le luci del mio castello – la bolletta sarà enorme.

Presi in giro Hemingway sul romanzo in uscita e ridemmo molto e ci divertimmo e poi ci infilammo dei guantoni da boxe e mi ruppe il naso.

Fammi capire se ti ho compreso correttamente. Il tuo cavallo, che ho rimosso dalla scacchiera settimane fa, tu adesso sostieni dovrebbe trovarsi sulla quarta casella di Re, stando a una lettera persa nella posta ventitré mosse fa.

Il caso più sbalorditivo di transustanziazione fu quello di Sir Arthur Nurney, che sparì con un pop mentre faceva il bagno e riapparve di colpo nella sezione archi dell’Orchestra Sinfonica di Vienna. Rimase come primo violino per ventisette anni, malgrado sapesse suonare solo “Tre Topolini Ciechi”, e scomparve bruscamente un giorno durante la Sinfonia Jupiter di Mozart, ricomparendo a letto con Winston Churchill.

Una volta, la mia anima andò a Miami per un weekend e un’altra volta fu arrestata mentre cercava di sgattaiolare via da Macy’s senza pagare una cravatta. La quarta volta è stato in realtà il mio corpo a lasciare la mia anima, anche se è andato solo a farsi un massaggio ed è tornato subito.

Prendi il caso di K. Questo tizio era lardoso al punto che non poteva attraversare la normale cornice di una porta senza l’aiuto di un piede di porco. In effetti, K. non avrebbe pensato di passare da stanza a stanza in una convenzionale dimora senza prima spogliarsi completamente e poi imburrarsi.

Stavo sfogliando una rivista mentre aspettavo che Joseph K., il mio bracchetto, emergesse dalla sua solita ora di cinquanta minuti del martedì con un terapista di Park Avenue – un veterinario junghiano che, per cinquanta dollari a seduta, si dava un gran daffare per convincerlo che le guance flosce non costituiscono un’inferiorità sociale – quando mi imbattei in una frase in fondo alla pagina che attrasse la mia attenzione come un avviso di mora.

Il detto di Cartesio “Cogito, ergo sum” potrebbe essere meglio espresso con “Ehi, c’è Edna con un sassofono!

Ai miei tempi, per cinque marchi ti curava Freud in persona. Per dieci marchi, ti curava e ti stirava i pantaloni. Per quindici marchi, Freud lasciava che tu curassi lui, e questo includeva una scelta fra due contorni.

Se l’uomo fosse immortale, riuscireste ad immaginare a quanto ammonterebbe il conto del macellaio?

Accanto a me c’era una bionda conturbante che aumentava e diminuiva sotto una camicetta nera con una provocazione sufficiente a indurre la licantropia in un boy-scout.

Non solo Dio non esiste, ma provate a cercare un idraulico durante i weekend.

Vaga per la fiera una bellissima ragazza di nome Natasha, che è triste perché suo padre è stato mandato a combattere a Karthoum e là non c’è alcuna guerra.

Uomini e donne siedono in gruppi separati e poi cominciano a danzare, ma non hanno idea del perché e presto si risiedono. Subito un giovane nel fiore degli anni fa il suo ingresso per danzare un inno al fuoco. Improvvisamente si scopre che ha preso fuoco e dopo che l’hanno spento sguscia via.

l mio primo film era così brutto che in sette stati americani aveva sostituito la pena di morte.

La psicanalisi è un mito tenuto vivo dall’industria dei divani.

Il sesso è come il bridge. Se non hai un buon partner, spera almeno in una buona mano.

Non ho paura di morire. È solo che non vorrei essere lì quando questo succede.

I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.

I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci.

L’umanità si trova oggi ad un bivio: una via conduce alla disperazione, l’altra all’estinzione totale. Speriamo di avere la saggezza di scegliere bene.

Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio. Fanno arrivare tardi alla cerimonia.

Si vive una sola volta. E qualcuno neppure una.

Ho un rapporto catastrofico con la tecnologia: se passo sotto ad un lampadario a gocce, si mette a piovere.

Quand’ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli.

Il mio dottore dice che facendo le scale a piedi si guadagnano minuti di vita. Rampa dopo rampa ho guadagnato due settimane, durante le quali pioverà sempre.

Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l’imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.

frasi woody allen
Leggi anche: Charlie Chaplin: 180 frasi, aforismi, immagini e video del celebre attore

Frasi famose Woody Allen

“Che fai rubi?” È stato il primo film esordio alla regia di Woody Allen. Da quel momento, l’attore e regista non si è più fermato e ha prodotto capolavori come “Scoop”, “Vicky Christina Barcelona”, Midnight in Paris”, “Un giorno di pioggia a New York” e molti altri ancora. Qui di seguito abbiamo raccolto di Woody Allen citazioni famose sui svariati argomenti protagonisti dei suoi film.

La tradizione è l’illusione dell’immortalità.

Tutti conosciamo la stessa verità: la nostra vita consiste in come scegliamo di distorcerla.

Dio è morto, Marx è morto, e anch’io non mi sento tanto bene.

E poi Freud – altro grande pessimista! Gesù, sono stato in analisi per anni. Non è successo niente. Il mio analista, per la frustrazione, cambiò attività. Aprì un self-service vegetariano.

Se non fallisci di tanto in tanto, è segno che non stai facendo niente di davvero innovativo.

Che fa sabato sera?”. “Occupata. Devo suicidarmi”. “Allora venerdì sera?

La cosa peggiore che ti può capitare è scoprire che è ancora vergine, o una donna poliziotto. Con la sfortuna che ho, mi capiterà un poliziotto vergine.

Dobbiamo mettere insieme le nostre teste…. Se mettiamo insieme le nostre teste, suonano a vuoto.

Facevo jogging sulla Quinta Strada nel quadro di un programma di fitness teso a ridurre la mia aspettativa di vita a quella di un minatore ottocentesco.

È bello essere poveri anche perché quando ti avvicini ai settant’anni i tuoi figli non cercano di dichiararti non sano di mente per prendere il controllo delle tue proprietà.

Se hai bisogno di soldi, te li presto io. Non è questo il punto, i soldi che c’entrano? Io ne ho per un anno, se io… se io vivrò come Gandhi me la cavo.

Una volta che ti pompano 200 volt nel corpo, hai la tendenza a passare il resto della vita in un posacenere.

La vita reale va bene per tutti quelli che non sanno fare di meglio.

Il mio cervello è il mio secondo organo preferito.

Hemingway: Non scrivi mai bene se hai paura di morire. Tu ce l’hai? Gil: Sì, io direi che forse è la mia paura più grande. Hemingway: Be’, è una cosa che a tutti prima di te è successa e a tutti succederà. Gil: Lo so.

La vita non è fatta solo di insetti giganti e madeleine.

Mi serve il monossido di carbonio per vivere.

Il tempo vola! Si, purtroppo in classe economica.

Provo per New York quello che può provare un bambino verso il padre che fa il ladro di banche: non è perfetto, ma gli voglio bene ugualmente.

Che Parigi esista e qualcuno scelga di vivere in un altro posto nel mondo sarà sempre un mistero per me!

Non si può scegliere se Parigi sia più bella di notte o di giorno, ti posso dare un argomento che mette ko sia l’una che l’altra ipotesi. Sai a volte mi chiedo come qualcuno possa realizzare un libro, un dipinto, una sinfonia o una scultura che competa con una grande città. Non ci si riesce, ci si guarda intorno e ogni strada, ogni boulevard, sono in realtà una speciale forma d’arte. E quando qualcuno pensa che, nel gelido, violento e insignificante universo, esiste Parigi ed esistono queste luci. insomma, andiamo, non succede niente su Giove o su Nettuno, ma qualcuno lassù dallo spazio può vedere queste luci, la gente che beve e che canta. Per quanto ne sappiamo, Parigi è il posto più cool dell’universo.

Il passato non è affatto morto, anzi non è nemmeno passato!

Hemingway: La mia opinione è che lo odio.
Gil: Ma non l’ha nemmeno letto.
Hemingway: Se è brutto lo odio perchè odio la brutta prosa, se è buono sono invidioso e lo odio ancora di più, non chiedere mai il parere di un altro scrittore.

Gli scrittori… sono competitivi.

L’artista non è chi fugge, ma chi, con la sua opera, cerca di dare senso e speranza di fronte all’insensatezza dell’esistenza.

Tu ti annulli troppo, non è da uomo. Se sei uno scrittore, definisciti il miglior scrittore, ma non finché ci sono io. A meno che non ti metti i guantoni e sistemiamo la cosa.

La nostalgia è negazione, negazione di un presente infelice. E il nome di questo falso pensiero è: sindrome epoca d’oro, cioè l’idea errata che un diverso periodo storico sia migliore di quello in cui viviamo. Vedete, è un difetto dell’immaginario romantico di certe persone che trovano difficile cavarsela nel presente.

Non esistono giornali non scandalistici.

Ho fatto una follia per una suite al Pierre. È una vincita a poker, non sono soldi veri.

A Soho vivevano i creativi e gli artisti, ma poi è diventato troppo caro e si sono trasferiti a Tribeca. Poi è diventato caro anche lì e si sono trasferiti a Brooklyn. Presto dovranno tornare da mamma e papà.

Nessun soggetto è brutto se la storia è vera… e se la prosa e chiara e onesta e se esprime coraggio e grazia nelle avversità.

Abbiamo fatto un sacco di affari a New York! I miei genitori non riuscivano a credere di poter comprare una Birkin o un Rolex per 200 dollari in strada.

Io non sono un tipo simpatico, la simpatia non è mai stata una priorità per me e per essere chiari questo non è un film da “o quanto mi sento bene”. Se siete di quegli idioti che devono sentirsi bene, beh, fatevi fare un massaggio ai piedi.

Tutto finisce in niente, anche se non mancano gli idioti farfuglianti, non parlo di me, io la visione ce l’ho, sto parlando di voi, dei vostri amici, dei vostri colleghi, dei vostri giornali, della tv. Tutti molto felici di fare chiacchiere, completamente disinformati.

Ti rendi conto? Studia Scienze Politiche e non le hanno mai detto che Lincoln è stato assassinato.

Tutti gli uomini temono la morte. È una paura naturale che ci consuma tutti.

Mio padre si è suicidato perché i giornali del mattino lo deprimevano e lo potete biasimare? Con l’orrore, la corruzione e l’ignoranza e la povertà e i genocidi e l’aids e il riscaldamento globale e il terrorismo e quegli idioti dei valori della famiglia e quei maniaci delle armi.

L’orrore dice Kurz alla fine di Cuore di Tenebra, ‘l’orrore’, e beato lui non distribuivano il Times nella giungla. Eh, se no l’avrebbe visto l’orrore. Ma che si può fare? Leggete di qualche massacro nel Darfur o di uno scuolabus fatto esplodere e attaccate ‘o mio Dio l’orrore!’ e poi girate pagina e finite le vostre uova di gallina ruspante, perché tanto che si può fare, si è sopraffatti. Anche io ho tentato di suicidarmi, ovviamente non ha funzionato. Ma perché mai volete sentire queste cose?

Oddio, tu stravolgi completamente le mie idee!

Ma perché perdo tempo a parlare con dei tali idioti?!

No! Non mi dire di calmarmi! Io sono calmo!

Gli insegnamenti di Gesù sono una meraviglia, così come lo sono in origine le intenzioni di Karl Marx. Ok? E come possono essere un male se tutti dividono equamente: non fate agli altri, democrazia, governo del popolo… Tutte grandi idee, sono tutte grandi idee ma… hanno tutte quante un fatale difetto.

È questo: sono tutte basate sul falso concetto che l’uomo sia fondamentalmente buono e che se gli dai l’occasione di essere onesto l’afferra.

Ah, quello che dico è che la gente rende la vita peggiore di quello che dovrebbe essere e credetemi è già un incubo senza bisogno del suo aiuto, ma in definitiva, mi dispiace dirlo, la nostra è una specie fallita.

La mia storia è “basta che funzioni”. Insomma, basta non fare del male a nessuno, basta rubacchiare un tantino di gioia in questo crudele uomo mangia uomo inutile e buio caos.

woody allen

Si chiama “entropia”. È come quando esce il dentifricio dal tubo e non può più rientrare dentro.

Ma che sei, imbecille? C’è una sala piena di gente che ci guarda!

Perché volete ascoltare la mia storia? Ci siamo già incontrati? Ci siamo simpatici?

Sapevo sarebbe finita così! L’universo d’altronde si esaurisce, perché noi non dovremmo?

Boris: Io sto morendo.
Jessica: Che cos’hai?
Boris: Sto per, sto per morire..
Jessica: Vado a chiamare l’ambulanza?
Boris: Noo, non adesso, non stanotte, voglio dire prima o poi.
Jessica: Boris, tutti muoiono.
Boris: È inaccettabile!

Il trucco è di godersi la vita, accettando che non abbia alcun significato, nessuno!

Io sono un uomo con un’ampia visione del mondo e sono circondato da microbi.

Boris [canticchiando mentre si lava le mani]: Tanti auguri a te. | Tanti auguri a te. | Tanti auguri, caro Boris. | Tanti auguri a te. [ripetendo] Tanti auguri a te. | Tanti auguri a te. | Tanti auguri, caro Boris. | Tanti auguri a te.
Melodie: È il suo compleanno?
Boris: Non lo sai che bisogna cantare “Tanti auguri” due volte per eliminare i germi?

Oh sì, il genere umano? Hanno dovuto installare toilette automatiche nei bagni pubblici, perché non c’era da fidarsi che la gente tirasse la catena.

Esistono molte verità.

Sarò soddisfatta solo quando troverò quello che cerco.

Sei come la mezza tinta, che aggiunta alla tavolozza rende il colore bellissimo.

Io volevo fare lo scrittore…la pittura è arrivata dopo.Volevo fare anche musica..insomma sapevo solo di essere pieno di..nn so..di emozione vera e dovevo trovare un modo di esprimerla.

Dame la pistola! Dame la pistola! Que me des la pistola!

Tutti i suoi tormenti finiranno quando resterà incinta.

Sei un insoddisfatta cronica, brutta malattia!!

Non si separa da quell’immagine autocostruita di donna eccezionale, di artista che cerca di trovare se stessa. Io penso che il suo disprezzo per i valori normali sia pretestuoso, banale, un clichè!

Tu hai frugato nelle mie valigie? Ma certo che ho frugato nelle tue valigie! In fondo io ho pensato di ucciderti.

Chloe: Il padre di Chris era un po’ un fanatico religioso.
Chris: Dopo aver perso le gambe, trovò Gesù.
Tom: Oh Dio… scusa ma, non mi sembra un granché come scambio.

Tu sei troppo disturbata. E a te piace tanto.

Non vedo il motivo di etichettare ogni cosa. Io sono io!

È incredibile come cambia la vita se la palla va oltre la rete o torna indietro, no?

Chi disse: “Preferisco avere fortuna che talento”, percepì l’essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo. A volte in una partita la palla colpisce il nastro e per un attimo può andare oltre o tornare indietro. Con un po’ di fortuna va oltre e allora si vince. Oppure no e allora si perde.

È così che si migliora: giocando con i più forti.

C’è una vecchia storiella. Due vecchiette sono ricoverate nel solito pensionato per anziani e una di loro dice: “Ragazza mia, il mangiare qua dentro fa veramente pena”, e l’altra: “Sì, è uno schifo, ma poi che porzioni piccole!”. Be’, essenzialmente è così che io guardo alla vita: piena di solitudine, di miseria, di sofferenza, di infelicità e disgraziatamente dura troppo poco.

Ecco, sapete, credo che sarò il il tipo virilmente calvo, sapete, come dire, l’esatto contrario dell’argentato distinto, per esempio, ecco. E se no nessuno dei due. Divento uno di quelli che si perdono i filini di bava dalla bocca, vagano per i mercatini con la borsa della spesa sbraitando contro il socialismo.

Chris: In ogni cosa è importante avere fortuna.
Chloe: Be’, io non credo nella fortuna, credo nel duro lavoro.
Chris: Ah, il lavoro è indispensabile ma hanno tutti paura di ammettere quanta parte abbia la fortuna. In fondo gli scienziati stanno confermando sempre di più che la vita esiste solo per puro caso. Nessuno scopo. Nessun disegno.

Io dico che è la fede la via per la soluzione più facile.

Gli uomini credono che io sia qualcosa di molto speciale. E lo sei? Be’, nessuno ha mai rivoluto i soldi indietro.

Sarebbe appropriato se io venissi preso… e punito. Almeno ci sarebbe un qualche piccolo segno di giustizia. Una qualche piccola quantità di speranza di un possibile significato.

Qualche volta gli innocenti vengono trucidati per un disegno più grande. Lei è stata un danno collaterale.

Io non voglio vivere in una città dove il solo progresso culturale è che puoi curvare a destra col semaforo rosso.

Sofocle ha detto: “Non venire mai alla luce, può essere il più grande dei doni”.

Il mio analista dice che traviso i miei ricordi di infanzia, ma giuro che sono cresciuto sotto le montagne russe nel distretto di Coney Island di Brooklyn. Forse ha influito sul mio temperamento che è un po’ nervoso, credo. Sapete, soffro di iperattività immaginativa. La mia mente tende a saltare un po’ qua e là e… e io ho qualche guaio tra fantasia e realtà.

Chi non sa fare, insegna. Chi non sa insegnare, insegna ginnastica. Quelli che neanche la ginnastica, credo li destinassero alla nostra scuola.

In caso di guerra, ero da dare in ostaggio.

Senti, io parlavo con della gente in televisione e io ho detto: Io sono per la concisione. E Tom Christie allora ribatte: No, ma davvero, tu, ma dai… non ci credo, per la concisione? Vorrai dire per la circoncisione.

Be’, l’universo è tutto e si sta dilatando. Questo significa che un bel giorno scoppierà e allora quel giorno sarà la fine di tutto.

Ho la competizione nel sangue. Ti disturba?

Gli hanno insegnato che un bravo bambino ordina sempre cose modeste.

Smettila di razionalizzare.

Non sai mai chi siano i tuoi vicini finché non c’è una crisi. Uno impara a nascondere lo sporco sotto il tappeto e va avanti. Devi farlo. Altrimenti vieni travolto.

Il trucco è di godersi la vita, accettando che non abbia alcun significato, nessuno!

Sente come ridono con lui? E allora che vuol dirmi, che se vado avranno riso con lui per due minuti, io esco adesso e devo farli ridere anch’io. Quanto possono ridere? Avranno finito le risate!

Adoro essere ridotta così ad uno stereotipo culturale.

Sono sicuro che siete ossessionati da un gran numero di tristi speranze e sogni, dalle vostre prevedibilmente insoddisfacenti vite amorose, dai vostri falliti affari. Ah se solo avessi comprato quelle azioni, se solo avessi comprato quella casa anni fa, se solo ci avessi provato con quella donna, se questo, se quello. Sapete una cosa? Risparmiatevi i vostri avrei potuto o avrei dovuto.

Come mia madre mi diceva sempre ‘se mia nonna avesse le ruote sarebbe una carrozza’. Mia madre le ruote non le aveva, aveva le vene varicose, eppure la signora ha partorito una mente brillante. Mi hanno preso in considerazione per il Nobel per la fisica, non l’ho ottenuto, però si sa, è tutta politica come ogni altra finta onorificenza. Detto tra noi, non crediate che io sia amareggiato per qualche batosta personale. Per gli standard di un’insensata e barbarica civiltà, sono stato piuttosto fortunato.

Recitare è un affondo nello spirito, è un atto religioso, come… una specie di liberazione subcosciente. Un poema visuale.

La campagna mi innervosisce: ci sono i grilli, il silenzio, non sai dove andare dopo cena e le reti alle finestre con le falene morte spiaccicate. A parte l’eventualità delle visite dei Manson o di altre famiglie di Satana. Le vuoi considerare?

Ma il sole fa male!

È stato il più gran divertimento che abbia avuto senza ridere.

Sono troppo tesa, ho bisogno di un Valium! La mia analista dice che devo vivere in campagna e non a New York!

Io, sai, sono ossessionato dalla morte, credo. Sì, è il tema di fondo per me. Io sono molto pessimista nella vita. Devi saperlo, se noi staremo insieme. Sai io… io sento che la vita è divisa in orribile e in miserrimo. Sono come due categorie, sai. L’orribile sarebbe… per esempio un caso limite sarebbe quando uno è cieco, storpio… Io non so come si faccia a vivere così. È un mistero per me, sai? E il miserrimo sono tutti gli altri. Ecco allora, allora devi ringraziare Iddio se sei miserrimo perché sei fortunato… ad essere nato miserrimo.

Se io prendo la droga o gli alcolici divento insopportabilmente stupendo, divento troppo meraviglioso per descrivermi.

Non simpatizzo con religioni che si fanno propaganda sul Corriere della Moto.

È un uomo politico! Conosciamo la morale di quella gente: è un gradino più giù di quelli che si inchiappettano i bambini.

Ho visto l’ultimo Fellini l’altro giorno, non è uno dei suoi migliori, è mancante di strutture coesive, si ha la sensazione che non sia del tutto sicuro di quello che vuole dire. Oddio, io l’ho sempre definito essenzialmente “un grande tecnico del cinema”. D’accordo, La strada era un buon grandissimo film. Grandissimo nell’uso dell’energia negativa.

Alvy, tu sei incapace di godere la vita. Lo sai questo? La tua vita è il centro di New York. Sei quel tipo di persona, sei come un… un’isola. Sei autosufficiente.

Io ero venuto qua per fare l’elettroshock, però è mancata la corrente.

Cristina continua la sua ricerca, sicura soltanto di quello che non vuole.

La mononucleosi è una materia obbligatoria qui a Yardley.

Quel ballerino aveva una calzamaglia così stretta che non solo si distingueva il sesso, ma anche la religione.

Camminavo attraverso i boschi pensando a Cristo. Se era falegname, mi chiedevo, a quanto metteva gli scaffali?

Mio padre ha preso da sua zia Mary… Rifiutava la Bibbia perché diceva che il personaggio centrale non era assolutamente credibile.

Tu mi dai fastidio perché ti credi tanto un Dio. Beh, dovrò pur prendere qualcuno a modello a cui ispirarmi, no?

Ho 12 anni. Vado alla sinagoga. Chiedo al rabbino qual è il significato della vita. Lui mi dice qual è il significato della vita. Ma me lo dice in ebraico. Io non lo capisco, l’ebraico. Lui chiede 600 dollari per darmi lezioni di ebraico.

Dio ci mette alla prova!. Ma non poteva darci una prova scritta?

film woody allen
Leggi anche: Frasi Buddha: 144 pensieri e immagini per trovare la felicità

Frasi Woody Allen sull’amore

In tantissimi capolavori del regista, l’amore è uno degli elementi chiave da cui si sviluppa l’intero racconto. I suoi film più romantici  in cui è possibile trovare le frasi celebri di Woody Allen sull’amore sono “To Rome with Love”, “Magic in the Moonlight”, “Match Point”, “Midnight in Paris”, “Manhattan”, “Amore e Guerra” e tanti altri. Qui di seguito di Woody Allen aforismi d’amore tra i quali poter trovare quello perfetto per la propria dolce metà, oltre a tante frasi ironiche e stralci dei dialoghi più belli dei protagonisti dei suoi film.

La differenza tra l’amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca.

Che razza di cane hai?. La peggiore. Davvero?. È un bassotto. Sai, è un sostitutivo del pene, per me. Oh, nel tuo caso avrei pensato ad un alano.

La mia amica ti considera la cosa più favolosa dopo la pillola del giorno dopo.

Tranquilla, questo lo facciamo entrare, come disse il cliente a mia madre.

La mia ragazza mi ha mollato per un divo del cinema.

Quanto odio i festeggiamenti di Capodanno. Tutti vogliono disperatamente divertirsi, cercando di festeggiare in qualche misera, patetica maniera. Festeggiare che cosa? Un altro passo verso la tomba? Ecco perché non lo dirò mai abbastanza: qualunque amore riusciate a dare o a ricevere, qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare, qualunque temporanea elargizione di grazia: basta che funzioni. E non vi illudete: non dipende per niente dal vostro ingegno umano più di quanto non vogliate accettare è la Fortuna a governarvi. Quante erano le probabilità che uno spermatozoo di vostro padre, tra miliardi trovasse il singolo uovo che vi ha fatto? Non ci pensate sennò vi viene un attacco di panico.

Abbiamo parlato del mestiere più antico del mondo? Il giornalismo?
No, quello è il secondo.

Morale, scienza, religione, politica, sport, amore, i vostri investimenti, i vostri figli, la salute, cazzo, se devo mangiare nove porzioni di frutta e verdura al giorno per vivere, non voglio vivere! Io detesto la frutta e la verdura e i vostri omega tre e il tapisroulant e l’elettrocardiogramma e la mammografia e la risonanza pelvica e, o mio Dio, la colonscopia.. e con tutto ciò arriva sempre il giorno in cui vi ficcano in una scatola e avanti con un’altra generazione di idioti.

Hunter: Tu piangi sempre ai matrimoni e ai funerali.
Gatsby: Per lo stesso motivo.

Rinoceronte fa l’amore montando la femmina, ma… c’è differenza… nella bellezza, mentre due… rinocerontesse.

Man Ray: Un uomo innamorato di una donna di un’altra epoca… io ci vedo una fotografia.
Buñuel: Io ci vedo un film.
Gil: Io ci vedo un insormontabile problema.
Dalì: Io ci vedo… un rinoceronte.

Compito dell’artista non è di soccombere alla disperazione, ma di trovare un antidoto per la futilità dell’esistenza.

Ho sposato una bella donna che era ricca di famiglia, per anni abbiamo vissuto a Birdman Place, insegnavo alla Columbia, teoria delle stringhe.

Hemingway: Hai mai fatto l’amore con una vera meraviglia di donna? Gil: Be’, ecco, la mia fidanzata è parecchio sexy! Hemingway: E quando fai l’amore con lei, senti una vera e bellissima passione che almeno per quel momento dimentichi la paura della morte? Gil: No, no… Questo non succede.

Quando un uomo vero e coraggioso guarda la morte dritta in faccia come certi cacciatori di rinoceronti o come Belmonte che è davvero coraggioso, è perché ama con sufficiente passione da fugare la morte dalla sua mente, finché lei non ritorna, come fa con tutti. E allora bisogna di nuovo far bene l’amore. Devi pensarci.

La vigliaccheria deriva dal non amare o dall’amare male, che è la stessa cosa.

Io penso che l’amore vero, autentico, crei una tregua dalla morte.

Quando un uomo vero e coraggioso guarda la morte dritta in faccia è perché ama con sufficiente passione da fugare la morte dalla sua mente.

Qualunque amore riusciate a dare e ad avere, qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare, qualunque temporanea elargizione di grazia, basta che funzioni.

Cosa c’è di più sexy delle perdita della memoria a breve termine?

Tu sei il sale nella nostra relazione, quello che ci manca per essere perfetti.

Te lo avrò detto cento volte. Devi sempre avere in casa uno spray per gli insetti. Non si sa mai chi ti può attaccare!

È diverso finché ti tieni il tuo appartamento. Perché, capisci, è là, noi non ci andiamo, noi lo ignoriamo. È come una zattera di libertà che è lì. È il sapere che non siamo sposati!

Tu adoperi questa teoria della cospirazione per evitare di fare l’amore con me.

Amore è… è un termine troppo debole per… Ecco, io ti “straamo”, ti “adamo”, ti “abramo”! No, è un termine troppo debole, lo dovrò inventare.

Forse in definitiva è la differenza tra amore e desiderio… Ma io cosa diavolo faccio se lascio Chloe?

Una relazione credo sia come uno squalo, sai, che deve costantemente andare avanti o muore. Eh… credo che quello che è restato a noi sia uno squalo morto.

Annie e io abbiamo rotto e io ancora non riesco a farmene una ragione. Io… io continuo a studiare i cocci del nostro rapporto nella mia mente e a esaminare la mia vita cercando di capire da dove è partita la crepa, ecco… Un anno fa eravamo innamorati, sapete. È strano, non sono il tipo tetro, non sono il tipo deprimente.

María Eléna diceva sempre che solo l’amore inappagato è davvero romantico.

Ehi, non denigrare la masturbazione: è sesso con qualcuno che amo.

Senti, anche da piccolo mi piacevano sempre le donne sbagliate. Forse è questo il mio problema. Quando la mia mamma mi portò a vedere Biancaneve, tutti si innamorarono di Biancaneve. Io no. Io immediatamente mi innamorai della Regina Cattiva.

Ricordi i primi tempi? Lo facevamo di continuo. Forse siamo catalogati nell’annuario sportivo dei primati.

Vicky: ma perché tuo padre non pubblica le sue poesie?
Juan Antonio: Perché detesta il mondo e questo è il suo modo di vendicarsi… creare bellissime opere e poi negarle al pubblico.
Vicky: Be’ ma perché ce l’ha tanto con la razza umana?
Juan Antonio: Perché dopo migliaia di anni di civiltà non ha ancora imparato ad amare!

Sulla carta siamo la coppia perfetta, ma la vita non funziona sulla carta!

Sono Juan Antonio. Vorrei invitarvi tutte e due a venire con me a Oviedo. Mangiamo bene, beviamo ottimo vino e facciamo l’amore.

Io ci vengo in camera tua. Ma tu dovrai sedurmi.

Di natura politica ho avuto solo una relazione con una donna durante l’amministrazione di Eisenhower ed in breve è stata un’ironia per me, perché… perché io cercavo di… di fare a lei quello che Eisenhower sta facendo al Paese da otto anni.

A livello mentale è un’adolescente e, essendo romantica, tende all’autodistruzione, quindi per un breve momento di passione è capace di perdere completamente ogni senso della misura.

Siamo fatti l’uno per l’altra e non siamo fatti l’uno per l’altra: è una contraddizione.

“Ma precisamente chi farà l’amore?”
“Si spera tutti e tre…”

José Antonio: “No, lei sarà sempre parte di me…è una persona importante nella mia vita ma fra noi due c’era qualcosa che non funzionava.”
Vicky: “Cosa esattamente?”
José Antonio: “Non l’abbiamo mai scoperto”.

Stai cercando di perderti nel vuoto del sesso.

Io credo che si dia troppo peso all’orgasmo per colmare gli spazi vuoti dell’esistenza.

L’amore svanisce, Dio che pensiero deprimente…

Il nostro matrimonio non è stato un giardino di rose, botanicamente parlando tu sei più un’orchidea carnivora.

Ma era stato grandioso rivedere Annie, no? Mi resi conto che donna fantastica era… e di quanto fosse divertente solo conoscerla. E io pensai a… quella vecchia barzelletta, sapete… Quella dove uno va dallo psichiatra e dice: “Dottore mio fratello è pazzo, crede di essere una gallina”, e il dottore gli dice: “perché non lo interna?”, e quello risponde: “e poi a me le uova chi me le fa?”. Be’, credo che corrisponda molto a quello che penso io dei rapporti uomo-donna. E cioè che sono assolutamente irrazionali, ehm… e pazzi. E assurdi, e… Ma credo che continuino perché la maggior parte di noi ha bisogno di uova.

L’uomo impiega nove mesi ad uscire dalla donna… e tutta la vita cerca di rientrarvi.

Ringrazio Dio di non avermi fatto nascere donna. Avrei passato tutto il giorno a toccarmi le tette!

Ho capito che qualcosa cominciava a non andar bene tra me e mia moglie quando una volta, mentre facevamo l’amore, lei mi disse: “Caro, penso che sia arrivato il momento di dare un’imbiancata al soffitto e alle pareti!.

La bocca è quell’organo sessuale che alcuni depravati utilizzano per parlare.

Durante la mia prima notte di nozze mia moglie, sul più bello, si è alzata in piedi per un’ovazione.

Ho incontrato la mia ex moglie in un ristorante e siccome sono un libertino mi sono avvicinato a lei fluttuando e le ho chiesto: “Che ne dici di tornare a casa e fare l’amore ancora una volta?”. E lei mi ha risposto: “Sul mio cadavere!”. Io allora ho replicato: “perché no, è come lo abbiamo sempre fatto.

Mia moglie è una persona veramente immatura. L’altro giorno, per esempio, mentre mi facevo il bagno è entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette!

Due settimane fa sono stato coinvolto in un buon esempio di contraccezione orale. Ho chiesto ad una ragazza di venire a letto con me e lei mi ha detto di no.

Una volta, mentre facevamo all’amore, si è verificata una stranissima illusione ottica: sembrava quasi che lei si fosse mossa.

Il sesso è una cosa molto bella tra due persone; in cinque è fantastica!

Certi uomini sono eterosessuali, certi uomini sono bisessuali, certi uomini sono omosessuali, ma certi uomini non sono interessanti per niente al sesso… e diventano avvocati.

Quanto all’amore, che si può dire? Non è la quantità dei vostri atti sessuali che conta, è la qualità. Ma se la quantità è meno di una volta ogni sette otto mesi, io una guardata me la farei dare.

La scienza ha sconfitto molte malattie, ha decifrato il codice genetico e ha perfino mandato l’uomo sulla luna, ma se un ottantenne viene lasciato solo in una stanza con due conigliette diciottenni non succede niente di niente perché i veri problemi non cambiano mai.

Vi ho visti voi tre: tu, il tuo amante e il tuo diaframma.

In sogno, l’amore fra due persone è una cosa magnifica. Se riesci a infilarti tra due persone giuste, però.

Vuoi esibirti in un atto sessuale con me?”. “Esibirmi? Mi sa che non sono all’altezza di una vera e propria esibizione. Possiamo però fare una prova in costume, se ti va.

L’amore vero penetra nel profondo, il sesso è solo una questione di centimetri.

Ti ho tradito, ma solo a scopo terapeutico. In fondo l’ho fatto per te. Volevo sapere se riuscivo ancora ad avere orgasmi multipli.

Sì, mi ricordo le candele… mi ricordo che feci all’amore, ma chissà perché non mi ricordo di te… A meno che tu non fossi quella sotto di me.

Alvy: Ecco, voi… voi sembrate una coppia molto felice, ehm, lo siete?
Ragazza della coppia: Sì!
Alvy: E questo a cosa lo attribuite?
Ragazza della coppia: Oh, io sono superficiale e vuota e non ho mai un’idea e non ho niente di interessante da dire.
Ragazzo della coppia: Io sono esattamente lo stesso.
Alvy: Ah, capito avete unito le vostre intelligenze, così da due almeno uno.

Alvy: Ehi, senti, senti.
Annie: Cosa?
Alvy: Dammi un bacio.
Annie: Sul serio?
Alvy: Sì, perché tanto andremo a casa tua più tardi, vero? E ci sarà tanta tensione – sai, non ci siamo mai baciati! – e io non saprò mai quando fare la prima mossa, perciò togliamoci il pensiero subito, prima di cena, così digeriremo anche meglio!

Alvy: Vuoi un passaggio?
Annie: Oh, perché hai la macchina tu?
Alvy: No, io avrei preso un taxi.
Annie: Ah no, io ho la macchina.
Alvy: Tu hai la macchina? Allora, allora non capisco se hai la macchina, perché m’hai chiesto “hai la macchina?” come volessi un passaggio.
Annie: Ehm io non lo so. Io ho la Volkswagen là fuori. Che cretina sono! Lo vuoi tu un passaggio?
Alvy: Certo, da che parte vai?
Annie: Io vado in centro.
Alvy: Oh, be’, io vado in periferia.
Annie: Oh, ma lo sa che ci vado anch’io?
Alvy: Ma non hai detto che andavi in centro?
Annie: Ehm sì però ecco. Sto in periferia ma vado in centro. Porco diavolo! Mi piace la compagnia, voglio dire, odio guidare sola.

Woody Allen Frasi amore
Leggi anche: Frasi Grey’s Anatomy: 138 pensieri e immagini sull’amore, sulla vita e sull’amicizia tratte dal film

Immagini Woody Allen

Dopo avervi proposto di Woody Allen frasi celebri tratte dalle sue pellicole, ecco una bellissima galleria di immagini con le migliori frasi di Woody Allen e foto tratte dai suoi film (riuscirete a riconoscere il film da una semplice immagine?). Inoltre, è possibile scaricare gratis le immagini con citazioni di Woody Allen che più vi piacciono e vi fanno emozionare da poter poi condividere.

amore woody allen
L’amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire ottime domande. (Woody Allen)
film di woody allen
(Vicky Christina Barcelona)
frasi divertenti woody allen
Sono molto orgoglioso del mio orologio d’oro da taschino. Me lo ha venduto mio nonno sul letto di morte. (Woody Allen)
immagini di woody allen
(Scoop)
woody allen film
(Manhattan)
Woody Allen Frasi spiritose
È meglio amare o essere amati? Nessuno dei due se il vostro colesterolo è più di seicento.
aforisma Woody Allen
Tu sei il sale nella nostra relazione, quello che ci manca per essere perfetti.
(Woody Allen)
aforismi Woody Allen
Qualunque amore riusciate a dare e ad avere, qualunque felicità riusciate a rubacchiare o a procurare, qualunque temporanea elargizione di grazia, basta che funzioni.
(Woody Allen)
citazioni Woody Allen
Si chiama “entropia”. È come quando esce il dentifricio dal tubo e non può più rientrare dentro.
(Woody Allen)
film Woody Allen
Sarò soddisfatta solo quando troverò quello che cerco.
(Woody Allen)
frasi amore Woody Allen
Io penso che l’amore vero, autentico, crei una tregua dalla morte
(Woody Allen)
frasi di Woody Allen
Amore è… è un termine troppo debole per… Ecco, io ti “straamo”, ti “adamo”, ti “abramo”! No, è un termine troppo debole, io dovrò inventare.
(Woody Allen)
frasi film Woody Allen
I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci.
(Woody Allen)
Woody Allen
La differenza tra l’amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca.
(Woody Allen)
Woody Allen Frasi
Se non fallisci di tanto in tanto, è segno che non stai facendo niente di davvero innovativo.
(Woody Allen)
Woody Allen immagini
Il trucco è di godersi la vita, accettando che non abbia alcun significato, nessuno!
(Woody Allen)
immagini woody allen
(Un giorno di pioggia a New York)
woody allen aforismi
(Match Point)
frasi di woody allen
(Midnight in Paris)

Leggi anche: Frasi Baricco: 322 immagini e aforismi tratti dai romanzi best seller dell’autore

Frasi film Woody Allen: video

I video proposti qui di seguito sono dedicati a tutti coloro che si sono appassionati delle frasi dei film di Woody Allen. In questo modo avrete occasione di visionare spezzoni di film e video con frasi di uno dei registi più famosi al mondo.

Leggi anche: Umberto Eco frasi: 243 pensieri e immagini del famoso intellettuale