surimi in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Surimi e pancione: tutto ciò che c’è da sapere sul suo consumo in gravidanza

Surimi in gravidanza: è possibile mangiarlo? Rischi, informazioni utili, curiosità e pareri medici sul consumo del preparato giapponese durante i nove mesi

L’alimentazione in gravidanza

Il periodo della gravidanza è certamente uno dei più emozionanti della vita di una donna ma anche uno dei più delicati e particolari in cui, prendere le decisioni giuste, è necessario. Il pesce, come in una normale dieta, è una parte integrante e fondamentale dell’alimentazione in gravidanza, ma ci sono alcune regole da rispettare per evitare rischi e preoccupazioni. Quindi, quale tipo di pesce mangiare in gravidanza? Si può normalmente consumare surimi durante i nove mesi? Quali sono i consigli utili e le informazioni sul cibo, in particolare pesce, consumato crudo in gravidanza? Scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere.

Surimi in gravidanza

Essendo il periodo della gravidanza molto delicato e bisognoso di un’alimentazione varia, non basta farsi tentare da bastoncini di granchio, con i quali spesso il surimi viene confuso, per stare tranquille. Ma è possibile mangiare surimi in gravidanza? Sicuramente, per tenere insieme questa polpa, così come per la conservazione, il surimi viene preparato con addensanti, stabilizzanti, polifosfati e zuccheri che non rendono l’alimento sano al 100% per il consumo in gravidanza, ma anche per chi soffre di particolari patologie. Il surimi, quidi, fa parte di quel pesce da evitare in gravidanza. Nelle preparazioni industriali, il surimi viene congelato, scongelato e poi cotto. In teoria, questo dovrebbe renderlo un prodotto da poter consumare tranquillamente dalle donne in attesa ma in realtà ciò lo rende un pesce poco consigliato in un’alimentazione corretta in gravidanza. Questo non toglie che non tutte le produzioni siano da escludere e condannare. Inoltre, come si può ben capire, la percentuale di pesce contenuta all’interno dei bastoncini è alquanto bassa quindi non apporta i valori nutrizionali necessari, che si potrebbero invece assumere mangiando un altro tipo di pesce in gravidanza.
Surimi in gravidanza


Leggi anche: Seppie In Gravidanza, Si Possono Mangiare?

Surimi: cos’è e quali sono i valori nutrizionali

Il consumo di pesce in gravidanza è limitato a determinate categorie e condizioni, che permettono alla donna in attesa di avere una dieta ricca ed equilibrata, ma che non la esponga a rischi e preoccupazioni inutili. Il surimi è un prodotto a base di pesce di origine giapponese, ormai diffuso in tutto il mondo, dall’aspetto simpatico e invitante e che può essere una buona alternativa al classico antipasto estivo. Il suo tipico colore arancione ricopre uno strato di polpa di pesce di colore bianco e si presenta a forma di bastoncini o piccoli cilindri. Questi bastoncini sono a base di pesce, solitamente merluzzo, tritato, senza spine senza pelle. Per la produzione a livello industriale, vengono utilizzati una serie di additivi e conservanti che rendono il prodotto abbastanza artefatto. Tra le altre cose, essendo insapore, viene aromatizzato con altri pesci, solitamente troviamo i surimi di granchio. Per quanto riguarda i valori nutrizionali del surimi, è un prodotto povero di grassi e ricco di proteine, infatti le calorie per 100g di prodotto si aggirano intorno a 100-120 e le proteine intorno ai 15g.
Surimi: cos'è e valori nutrizionali
Leggi anche: Gli scampi in gravidanza si possono mangiare?

Sushi in gravidanza

Per le amanti della cucina giapponese, rinunciare a cibi come il sushi in gravidanza è davvero un’impresa ardua. Ma come si sa, il sushi, come altri tipici piatti a base di pesce orientali, sono a base di pesce crudo, un rischio per tutte le donne in gravidanza per la possibile presenza di parassiti o batteri dannosi per il feto. Il pesce, come noto, è un alimento ricco di importanti principi nutritivi, preziosi per la mamma e per il suo piccolo; ancor di più il pesce crudo, fonte di omega 3. Ma quando il consumo riguarda pesce non fresco o di provenienza dubbia, allora bisogna prendere precauzioni a riguardo. Consumare sushi in gravidanza, o comunque pesce crudo, comporta fare scelte sagge.

  • Prepararlo in casa. Per chi in cucina si diverte a preparare piatti diversi e sfiziosi, cimentarsi nella preparazione del sushi, sicuro di buona qualità, sarebbe cosa gradita alle mamme in attesa.
  • La giusta scelta del ristorante a cui affidarsi. Preferire un ristoratore di fiducia che ci garantisce la giusta conservazione dei cibi e la provenienza e la freschezza del pesce, è senza dubbio una giusta mossa per evitare conseguenze dannose.

Di seguito un video sul consumo di sushi in gravidanza.


 Leggi anche: Mangiare Sushi In Allattamento, Si O No?

Pesce in gravidanza: cosa mangiare

Il pesce è un alimento prezioso in qualsiasi momento della nostra vita e lo è anche e soprattutto, per le donne in attesa. Un’alimentazione che preveda il consumo di pesce fresco, e soprattutto di pesce azzurro, permette di assumere vitamine, proteine, omega 3, iodio, fosforo e altri principi nutritivi, importanti per lo sviluppo cerebrale del bambino. Inoltre, essendo un alimento molto magro, aiuta a tenere a bada peso e colesterolo. Vediamo insieme le tipologie di pesce da preferire in gravidanza.

  • Pesce azzurro, come merluzzo, sgombro e acciughe, importante per l’apporto di omega 3. Fondamentale è consumarlo fresco e cotto.
  • Branzino, molto magro e digeribile e che dà la possibilità di sperimentare numerose ricette, pur mantenendo il suo gusto molto delizioso.
  • Salmone, preso fresco e non affumicato, fonte di proteine importanti per lo sviluppo del feto.
  • Trota, un pesce ricco di proprietà e che, tra l’altro, vive solo in acque non inquinate.

pesce in gravidanza

Leggi anche: Sgombro In Gravidanza: Tutto Quello Che C’è Da Sapere Sul Pesce Azzurro

Pesce da evitare in gravidanza

Il periodo della dolce attesa è sempre pieno di dubbi e preoccupazione, soprattutto per una mamma alla prima gravidanza che vuole affrontare le scelte giuste e che non compromettano lo sviluppo del suo piccolo. Riguardo all’alimentazione, il pesce è un alimento sicuramente importantissimo per la dieta di una neomamma. Si consiglia di mangiarlo almeno due volte a settimana. Ma ci sono alcune tipologie di pesce che sarebbe meglio non consumare in gravidanza. Vediamone alcune.

  • Frutti di mare, pericolosi per la donna in gravidanza, a causa della possibile presenza di microbi dannosi per mamma e piccolo.
  • Pesci di grossa taglia, da evitare per la quantità di mercurio presente al loro interno.
  • Pesce crudo, per i motivi già elencati in precedenza.

Di seguito alcuni video sull’alimentazione in gravidanza e quindi sui cibi indispensabili e quelli da evitare durante i nove mesi.

Leggi anche: Pesce In Gravidanza: Cosa Mangiare E Cosa Evitare