ananas gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Ananas in gravidanza: si può mangiare?

Scopriamo se è possibile mangiare l’ananas in gravidanza, quali sono i benefici dell’ananas e se si può mangiare ananas in allattamento

Ananas in gravidanza: sì o no?

Nella dieta per donne incinte l’ananas è ammesso? La risposta è ! Le donne in dolce attesa hanno sempre molti dubbi su cosa si possa o meno mangiare durante i 9 mesi. L’alimentazione in gravidanza non va infatti sottovalutata. Dunque scopriamo perché non ci sono controindicazioni relative all’ananas e quali sono le sue proprietà nutritive.

Ananas in gravidanza: controindicazioni e falsi miti

L’ananas in gravidanza fa male? Scopriamo in questo articolo quali sono per l’ananas proprietà e controindicazioni. Prima di parlare delle proprietà nutritive dell’ananas, vi diciamo subito che, facendo una ricerca online, le informazioni che si trovano possono risultare contraddittorie. Spesso è infatti opinione comune che l’ananas possa essere nocivo a una donna in dolce attesa, potendo portare addirittura a un parto pre-termine. Ma cosa c’è di vero in tutto questo? E da cosa derivano tali falsi miti? Il punto è che nell’ananas è presente la bromelina, che, tra le altre cose, ha proprietà anticoagulanti. Dunque per tale motivo si ritiene, talvolta, che l’ananas possa causare emorragie e far partorire prima del termine della gravidanza, quando il bambino non è ancora pronto. Bisogna dire che le quantità di ananas che si ingeriscono sono fondamentali in tal senso. Ma per arrivare ad assumere una quantità di bromelina tale da causare i problemi di cui vi abbiamo parlato, bisognerebbe mangiare ben dieci ananas tutti in una volta! Inutile dire che nessuna persona al mondo riuscirebbe a farlo. Le dosi consigliate, per una donna incinta, sono di massimo 200 grammi di ananas a settimana. Diverso è il discorso per quanto riguarda gli integratori alimentari a base di bromelina in gravidanza, che contengono quantità maggiori di questa sostanza e dunque bisogna prestare grande attenzione.

ananas allattamento

Leggi anche: Aglio In Gravidanza: Fa Male O Si Può Mangiare?

Ananas, proprietà di questo frutto

Parliamo ora dei benefici dell’ananas nella dieta, non solo di una donna incinta. Questo frutto arriva dal Sud America e appartiene alla famiglia delle Bromeliaceae. Tali piante si trovano nelle foreste tropicali e subtropicali soprattutto della Bolivia, del Paraguay e del Brasile. Dell’ananas non si butta via nulla. Dal gambo viene estratta la bromelina e le foglie contengono fibre che si utilizzano per realizzare tessuti e corde.

Proprio dalla bromelina, che come abbiamo visto è spesso stata “sotto accusa” perché potrebbe causare emorragie in gravidanza, derivano moltissime proprietà nutritive importanti. Dunque per l’ananas benefici e proprietà sono i seguenti:

  • drenaggio dei liquidi, possibile grazie alle proprietà antiedematose e antinfiammatorie di questo frutto; l’ananas è un valido alleato per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite;
  • proprietà anticoagulanti, importanti soprattutto se si assume la bromelina tramite integratori; possono essere di aiuto a chi soffre di vene varicose, tromboflebiti, problemi al sistema cardiovascolare, angina;
  • l’ananas brucia grassi e perciò fa bene anche alla linea stimolando il metabolismo dei grassi;
  • questo frutto ha proprietà proteolitiche, in quanto stimola la digestione delle proteine;
  • le calorie dell’ananas sono ridotte, 50 per circa 100 grammi di prodotto.

Per tali ragioni mangiare l’ananas è molto importante. Da sempre si dice che l’ananas bruci i grassi, e quindi si ritiene che mangiandolo si possa dimagrire. Ma i suoi benefici e le sue proprietà sono molto più ampi. Di seguito vi proponiamo un video riassuntivo sulle proprietà benefiche di questo frutto.

Leggi anche: Orzo In Gravidanza: Perché Berlo È Importante

Altri derivati dell’ananas: succo, frutta disidratata e frutta sciroppata si possono mangiare in gravidanza?

I benefici dell’ananas riguardano anche il suo succo, la frutta disidratata e quella sciroppata? Per quanto riguarda il succo d’ananas in gravidanza, questo si può sicuramente bere purché non ci sia una dose eccessiva di zuccheri aggiunti. Infatti, nel processo di preparazione, avviene la pastorizzazione e addirittura si perde anche la bromelina. Non ci sono perciò controindicazioni importanti al suo consumo. Per quanto riguarda invece la frutta sciroppata in gravidanza, bisogna prestare attenzione per la quantità di zuccheri presenti che può essere dannosa soprattutto in caso di diabete gestazionale. Dunque questo vale anche per quanto riguarda la possibilità di mangiare ananas in gravidanza, nel caso in cui sia sciroppato. Infine parliamo dell’ananas disidratato: fa ingrassare? Può essere mangiato da una donna incinta? Tutto dipende dalle quantità. Non esistono controindicazioni e in generale non fa ingrassare, purché si tenga presente che non bisogna esagerare nelle porzioni. Una mezza tazza di frutta disidratata corrisponde infatti a una intera di frutta fresca. Per quanto riguarda la frutta candita, in questo caso sono presenti molti zuccheri, dunque meglio limitarsi solo a un assaggio.

l'ananas in gravidanza

Leggi anche: Squacquerone In Gravidanza

Mangiare sano in gravidanza e allattamento: perché è così importante?

L’alimentazione nei nove mesi di gestazione è fondamentale perché tutto ciò che si mangia viene assimilato anche dal bambino che si porta in grembo. Stesso discorso vale per l’allattamento. Dunque la scelta di cosa mangiare in gravidanza e di cosa non mangiare in gravidanza può rivelarsi davvero fondamentale. In generale la frutta in gravidanza non può mancare, purché lavata accuratamente, soprattutto per evitare il rischio di contrarre la toxoplasmosi, molto pericolosa. Anche le quantità sono da considerare, in particolar modo quando parliamo di frutta ricca di zuccheri. Come abbiamo visto il legame tra ananas e gravidanza è tutt’altro che negativo, seguendo le giuste indicazioni. L’ananas in gravidanza fa bene dunque. Cosa possiamo dire invece per l’ananas in allattamento? In tal caso bisogna chiedere sempre consiglio al pediatra perché in alcuni casi viene sconsigliato essendo un alimento che potrebbe creare allergie nel bambino.

Leggi anche: Bresaola In Gravidanza: Un Desiderio Che È Possibile Soddisfare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *