Bresaola in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Bresaola in gravidanza: un desiderio che è possibile soddisfare?

Bresaola in gravidanza sì o no? Tutto quello che c’è da sapere sulla bresaola in gravidanza e il rischio di toxoplasmosi

Bresaola in gravidanza: una voglia da rimandare a dopo il parto

La bresaola in gravidanza è un alimento assolutamente sconsigliato, in quanto aumenta il rischio della Toxoplasmosi, una malattia molto conosciuta e temuta da tutte le future mamme.
Ma c’è un modo per poterla assaporare, senza rischiare di non seguire la corretta alimentazione in gravidanza… scoprilo con noi!

Tutto quello che c’è da sapere sulla bresaola

Tipica del Nord Italia e protagonista di alcuni piatti della cucina mediterranea, la bresaola viene ricavata dai muscoli delle zampe posteriori del cavallo e del manzo.
Gustosa e saporita, viene lavorata e lasciata stagionare per almeno 30 giorni, rientrando quindi nel gruppo degli insaccati.
Appurato che in gravidanza mangiare la bresaola è totalmente sconsigliato, scopriamo quali sono i suoi benefici e i suoi valori nutrizionali.

bresaola in gravidanza tutto quello che c'è da sapere


Leggi anche: Gli Scampi In Gravidanza Si Possono Mangiare?

Bresaola: valori nutrizionali

Pur trattandosi di un affettato vero e proprio, la bresaola è una delle alternative più leggere, rispetto agli altri insaccati più famosi. Ecco quindi le calorie della bresaola e i valori nutrizionali della bresaola, in 100 grammi di bresaola, ci sono:

  • 150 calorie
  • 32 grammi di proteine
  • 2.60 grammi di grassi
  • 60 grammi di acqua
  • sali minerali
  • sodio
  • potassio
  • ferro
  • calcio
  • zinco
  • magnesio
  • fosforo
  • sale
  • vitamina B1, B2, B3

Ma attenzione, perché per quanto buona è anche, in alcuni casi, sconsigliata a causa della considerevole quantità di sale che contiene, insieme al nitrito, una sostanza cancerogena che viene impiegata durante la sua preparazione.
La bresaola ha dei valori nutrizionali che cambiano notevolmente quando si cambia l’animale da cui è ricavata. Qualche esempio? La bresaola di cavallo (che in gravidanza è comunque proibita) ha meno calorie, ma più proteine e ferro rispetto a quella di manzo.

bresaola valori nutrizionali
Leggi anche: Origano In Gravidanza: Benefici E Controindicazioni

Toxoplasmosi in gravidanza: un pericolo reale

Come vi abbiamo anticipato anche mangiare la bresaola di cavallo in gravidanza è caldamente sconsigliato.
La colpa è da ricercare nella toxoplasmosi, un’infezione provocata da un microorganismo che prende il nome di Toxoplasma gondii. In condizioni normali non è pericolosa e molto spesso non ci si accorge nemmeno di averla contratta.
I sintomi della toxoplasmosi sono infatti lievi e molto comuni, in poche parole i classici sintomi influenzali, che comprendono:

  • mal di testa;
  • sensazione di dolore alle ossa;
  • mal di gola;
  • stanchezza.

I sintomi della toxoplasmosi in gravidanza, sono gli stessi, tuttavia l’infezione risulta essere molto pericolosa per la sopravvivenza del feto. Nonostante ci sia la possibilità che il feto non abbia ripercussioni, è molto probabile, soprattutto all’inizio della gravidanza, che contragga la toxoplasmosi.
In quel caso gli esiti sono diversi e si va dal’aborto spontaneo ad altri problemi come la calcificazione intracranica, l’idrocefalo, la corioretinite, o la possibilità che sia completamente sano.
Alcuni atteggiamenti considerati normali quando non si è in gravidanza, possono diventare potenzialmente pericolosi. Fra gli alimenti proibiti in gravidanza, dunque troviamo:

  • mangiare carne poco cotta o cruda
  • entrare a contatto con le feci dei gatti
  • mangiare verdura non lavata accuratamente

La bresaola fa male, in caso di immunità alla toxoplasmosi? La risposta è no, purché non si esageri a causa del contenuto elevato di sale di tutti gli affettati.

toxoplasmosi in gravidanza
Leggi anche: Curry In Gravidanza Si Può Mangiare? Proprietà, Benefici E Controindicazioni

Cosa non mangiare in gravidanza

Di seguito troverete una lista di tutti gli alimenti a cui una donna incinta è costretta a rinunciare per tutti i 9 mesi di gravidanza, se precedentemente non ha contratto la toxoplasmosi.
I salumi in gravidanza sono vietati in tutte le loro forme, a meno che non siano cotti, come per esempio sopra la pizza.
Anche la carne deve essere cotta a puntino e i medici consigliano di eliminare dalla tavola anche il pesce affumicato. Insieme alla frutta e alla verdura che non è possibile lavare accuratamente. Per rimanere in tema, la bresaola in gravidanza è concessa solo se cotta. Il forno in questo caso, è il miglior alleato di una futura mamma alle prese con le voglie di cibo. Lo stesso discorso della bresaola cotta, vale anche per lo speck in gravidanza. 

toxoplasmosi cosa non mangiare
Leggi anche: Fontina In Gravidanza: Amica O Nemica?

Gli affettati concessi in gravidanza

Ma allora gli affettati in gravidanza, sono concessi una volta ogni tanto? Assolutamente sì, la mortadella in gravidanza, essendo un salume cotto, non comporta nessun rischio per la mamma e il nascituro. Fortunatamente è possibile mangiare anche il prosciutto cotto in gravidanza, facendo attenzione a non esagerare, a causa dell’elevato contenuto di sale.
Il resto dei salumi, come il prosciutto crudo, lo speck, la pancetta e il salame, in gravidanza non sono consigliati, a meno che non si decida di cuocerli, per eliminare il problema della toxoplasmosi.

E allora se proprio l’idea di dover rinunciare ai salumi per 9 mesi vi è insopportabile, ecco una semplicissima ricetta a base di bresaola cotta al forno ovviamente, e anelletti al pomodoro:

Leggi anche: Surimi E Pancione: Tutto Ciò Che C’è Da Sapere Sul Suo Consumo In Gravidanza