Sesta settimana di gravidanza
Gravidanza Settimane di gravidanza

Sesta settimana di gravidanza: tutto ciò che c’è da sapere

Com’è il feto a 6 settimane? Quando fare la prima ecografia? A quante settimane si sente il battito? Ecco le risposte a queste e molte altre domande

Sesta settimana di gravidanza

Sono ormai 15 giorni di ritardo circa del tuo ciclo mestruale e avrai sicuramente fatto un test di gravidanza. Sei incinta, il viaggio più emozionante della tua vita è appena cominciato e tu non puoi fare a meno di essere emozionata, ma al tempo stesso preoccupata. Tutto normale cara neomamma! Sono tanti gli interrogativi. Quando fare la prima ecografia? Sono normali i dolori tipo mestruali a inizio gravidanza? Come si presenta il feto a 6 settimane? Vediamo insieme come comportarsi e cosa aspettarsi dalla 6 settimana di gravidanza.

Gravidanza 6 settimane: sintomi e cambiamenti

Siamo appena all’inizio dello splendido viaggio della gravidanza: in questo periodo, come è normale che sia, ogni futura mamma si pone interrogativi diversi. Ma quali sono i sintomi della sesta settimana di gravidanza? Ci troviamo a metà del primo trimestre e può capitare di avere qualche disturbo legato alla nausea o a piccoli crampetti: il nostro corpo si prepara ad accogliere la creatura che sta crescendo dentro di noi!
Inoltre, in questo periodo, l’olfatto della futura mamma è particolarmente sensibile e potrebbe capitare di provare fastidio in presenza di particolari odori.
Un altro sintomo che può presentarsi in maniera più o meno marcata è sentirsi più stanche e meno energiche: tutto nella norma! Può anche capitare di non avere sintomi e trascorrere addirittura tutta la gravidanza senza nausea: normalissimo anche questo! Ogni corpo, infatti, risponde a proprio modo e ogni donna reagisce in modi diversi alla produzione dell’ormone della gravidanza (beta Hcg), che nelle prime settimane è in continua crescita. Siamo proprio a sei settimane di gravidanza, in effetti, quando il nostro corpo comincia a cambiare e a dare segnali più evidenti della presenza del piccolo.
Di seguito un video della dott.ssa Bruzzone che ci parla delle prime fasi della gravidanza.

Leggi anche: Fa bene lo zenzero in gravidanza?

Prima ecografia in gravidanza: è arrivato il momento

Uno dei desideri più grandi di una donna che scopre di essere incinta è, senza dubbio, che il tempo che la separa dal primo incontro con il proprio piccolo passi in fretta, soprattutto se ci si ritrova a essere alla sesta settimana di gravidanza senza sintomi. Bene, intorno alla sesta settimana di gravidanza è possibile fare la prima ecografia e avere così un primo contatto con il cucciolo che cresce dentro di noi.
Oltre alle analisi della Beta – Hcg e le analisi del sangue di routine, il ginecologo ci dà appuntamento per la prima ecografia in gravidanza. Ma a quante settimane si sente il battito? Se l’età gestazionale è quella giusta e non c’è bisogno di ridatare la gravidanza, è probabile sentire il battito del feto proprio durante la prima ecografia a sei settimane. Se ciò non accade, nulla di preoccupante: il ginecologo potrà spiegarci che la gravidanza è cominciata leggermente in ritardo rispetto a quanto previsto.

Prima ecografia

Leggi anche: Le donne incinte possono mangiare le fragole? 

Embrione 6 settimane: aspetto e sviluppo

Con il perfezionamento di tecniche e apparecchiature che riguardano le indagini nel corso della gravidanza, possiamo conoscere con sempre maggior accuratezza i dettagli dello sviluppo e la crescita del feto, anche a 6 settimane. In passato, l’utero materno non era altro che un luogo misterioso e inviolabile in cui il bambino mostra già il suo temperamento, compie molti movimenti, prova sensazioni ed emozioni per la prima volta.
In gravidanza, alla fine della 5 settimana, l’embrione è già lungo due millimetri. Anche se somiglia ancora a un girino, in un embrione a 6 settimane cominciano a delinearsi alcune parti del corpo come dita, naso, braccia e gambe e arriva a essere lungo tra i quattro e i cinque millimetri. Inoltre, cominciano il suo sviluppo organi come l’occhio e l’orecchio. Siamo nel pieno del secondo mese di gravidanza: un feto di 6 settimane comincia anche a sviluppare alcuni organi interni come il fegato e l’intestino e il tubo neurale si avvia verso la chiusura.

Embrione 6 settimane

Leggi anche: Aspetti una femminuccia? Ecco i nomi femminili più belli fra cui scegliere

Sei settimane di gravidanza: un delicato viaggio appena cominciato

Siamo nel 2 mese di gravidanza e può capitare di provare dolori simili a quelli mestruali all’inizio della gravidanza: seni duri o dolenti, affaticabilità, umore altalenante, peso al basso ventre. Questi sono i primi segnali che il vostro corpo sta cambiando e si prepara ad accogliere il miracolo più bello della vita.
Una delle cose più belle che una mamma possa provare è senza dubbio la possibilità di poter proteggere il proprio piccolo a 360 gradi, attraverso un ambiente così prezioso come l’utero materno. A volte, però, il cambiamento che dovrà affrontare il corpo della futura mamma è qualcosa di difficile da accettare per alcune donne.
Durante i primi mesi di gravidanza magari questo cambiamento non è ancora evidente, ma con il passare del tempo tutto prende un nuovo aspetto e una nuova forma. La percezione del corpo può generare conflitti: importante è liberarsi dalle immagini preconcette della bellezza femminile e pensare alla gravidanza come a un’opportunità che il nostro corpo ha per esprimersi al meglio sotto ogni aspetto. Sentirsi bene con se stesse è il primo passo per vivere una gravidanza serena e tranquilla e per far sì che quel pancione poi… vi manchi un giorno!
Di seguito un simpatico video che ci offre una panoramica della sesta settimana di gravidanza.

Leggi anche: I nomi maschili più belli di sempre

Primi mesi di gravidanza: alimentazione e consapevolezza

Essere attenti a ciò che si mangia e alle quantità è uno dei modi migliori per cominciare a prendersi cura del proprio corpo e dello sviluppo del proprio piccolo fin dai primi mesi di gravidanza. Di seguito alcuni aspetti fondamentali per un’adeguata alimentazione in gravidanza.

  • Qualità del cibo. Non è importante solo quanto si mangia, ma come si mangia. Qualsiasi tipo di prodotto, se non di qualità, può essere negativo al proprio corpo e allo sviluppo psicofisico del nostro piccolo. Quindi, preferire il consumo di cibi freschi e a km 0 può essere già una buona base per una corretta alimentazione in gravidanza.
  • Non si mangia per due. Bisogna sfatare questo mito che in gravidanza le donne debbano mangiare porzioni doppie: non è affatto così. Il piccolo si nutre e cresce attingendo dal corpo della mamma che deve essere ben alimentato in varietà di cibi non in quantità. Anzi, tenere sotto controllo il peso corporeo in gravidanza è di fondamentale importanza per evitare disturbi legati all’alimentazione o allo stile di vita.
  • Varietà della dietà. Il corpo della donna in gravidanza ha bisogno di vari principi nutritivi, alcuni dei quali fondamentali per il benessere psicofisico: vitamina A, acido folico, vitamina D, ferro, vitamina K. Per far in modo di assumere questi principi, la dieta deve spaziare dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura, dai legumi ai cereali.
  • Alcune cose sono da evitare. Come tutti ben sappiamo, in gravidanza è bene evitare l’assunzione di alcuni cibi come i salumi crudi, il pesce crudo, i prodotti industriali. è bene anche evitare di bere alcolici e non eccedere nel consumo di tè, caffè e zucchero.

Primi mesi di gravidanza

Leggi anche: 

  1. Settima settimana di gravidanza: sintomi ed esami
  2. Ottava settimana di gravidanza: sintomi, feto, curiosità
  3. Quarta settimana di gravidanza: tutto quello che devi sapere
  4. Quinta settimana di gravidanza: i primi sintomi e l’ecografia del 2 mese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *