4-settimane-gravidanza
Gravidanza Settimane di gravidanza

Quarta settimana di gravidanza: tutto quello che devi sapere

Alla quarta settimana di gravidanza la donna si trova a un terzo del primo trimestre. Vediamo insieme com’è un feto di 4 settimane e cosa succede in una gravidanza alla quarta settimana.

Gravidanza 4 settimane: dubbi e curiosità

Il viaggio di ogni donna che sta per diventare mamma passa per diverse fasi, durante le quali i sintomi, i dubbi e le attese sono sempre diversi. Se la scoperta di una gravidanza è sempre un momento di grande gioia, la mamma, soprattutto durante le prime settimane, non ha modo di accorgersi della nuova vita che sta nascendo.
È dalla quarta settimana di gravidanza in poi, infatti, che nella donna iniziano a comparire i primi sintomi come nausee mattutine o una leggera debolezza. Sei alla 4 settimana di gravidanza? Di seguito tutte le risposte a domande comuni e diverse curiosità per le mamme che si trovano in dolce attesa.

Gravidanza 4 settimana: quanti mesi sono e sviluppo del feto

Quando la donna è incinta di 4 settimane si trova al primo mese di gravidanza, circa a un terzo del primo trimestre. L’embrione a 4 settimane misura circa 4-5 mm, più o meno la dimensione di un piccolo seme.
un mese di gravidanza si passa dalla fase di embriogenesi all’organogenesi, questo vuol dire che il feto a 4 settimane inizia a sviluppare i vari organi e gli apparati, come il sistema digestivo, quello polmonare, braccia, gambe e occhi.
È a 1 mese di gravidanza che si formano il cordone ombelicale, che servirà a collegare l’embrione alla placenta e che permetterà di nutrirlo, e il sacco amniotico all’interno del quale starà il bambino.

1 mese di gravidanza


Leggi anche: Che nome potrei dare alla mia bimba se fosse femmina?

Camera gestazionale quando si vede

Le prima ecografia in gravidanza può essere fatta già dopo 4 settimane. Si tratta però in questo caso di un’ecografia trans vaginale, che permette di avere il primo contatto con il bambino, ma di vedere in realtà ben poco, se non la camera gestazionale, il luogo nel quale cresce e si sviluppa l’embrione.
E il sacco vitellino quando si vede? Anche in questo caso può essere visto durante un’ecografia alla 4 settimana e ha il compito di nutrire il bambino fino alla formazione della placenta.
È consigliabile comunque aspettare tra le 7 e le 14 settimane per effettuare una vera e propria ecografia, per avere informazioni in più sullo stato di salute dell’embrione e vivere l’emozione di ascoltare il suo battito.

camera gestazionale a 4 settimane di gravidanza
Leggi anche: Scopri cosa mangiare in gravidanza e quali sono i cibi da evitare

Beta hCg 4 settimana

Uno dei segnali che indicano l’inizio di una gravidanza è di sicuro l’assenza delle mestruazioni. Spesso però, soprattutto quando la donna è alla ricerca di un bambino, è facile scambiare un semplice ritardo con il segnale di una gravidanza. L’unico elemento che permette, in modo quasi del tutto certo di scoprire se una donna è realmente incinta, è procedere al dosaggio ematico, che indica in modo chiaro se nel sangue sia presente o meno il cosiddetto ormone della gravidanza, il beta-hCG.
Di solito le analisi vengono svolte intorno alle 4 settimane di gravidanza, (calcolando dal giorno dell’ultima mestruazione). Un test risulta positivo se il dosaggio supera il valore di 10 mU/ml (milliunità per millilitro di sangue o urina). Di solito alla quarta settimana di gravidanza il b-hCg aumenta in maniera esponenziale arrivando a valori tra 2160 e 8240.

beta-hcg

Leggi anche: Settima settimana di gravidanza: sintomi ed esami

Quarta settimana di gravidanza sintomi

Quando una donna scopre di essere in attesa spesso non dà peso ai sintomi di gravidanza nelle prime settimane , associando la sonnolenza (uno dei primi sintomi a presentarsi) a un accumulo di stanchezza. Nel corso del primo mese di gravidanza i sintomi si fanno però più frequenti e, pur variando da donna a donna, di solito sono:

  • Vertigini
  • Sonnolenza
  • Dolore al basso ventre
  • Sbalzi d’umore

A questi possono aggiungersi: tensione al seno, minzione frequente e perdite vaginali.
Le perdite di solito non sono abbondanti, ma dovute all’embrione che si sta installando all’interno dell’utero, che si ammorbidisce. Se però le perdite dovessero continuare a essere abbondanti, anche dopo la quarta settimana di gravidanza, è sempre meglio consultare un ginecologo.

Si può ovviare poi alla nausea, uno dei tipici sintomi del primo mese di gravidanza, provando a fare lunghe passeggiate, mangiando in porzioni piccole e preferendo cibi secchi o salati per gli spuntini, evitando cibi troppo speziati.
Infine tra i più comuni sintomi del primo mese di gravidanza c’è l’aumento dell’appetito.
Quando ci si scopre in attesa, si inizia a pensare di dover mangiare per due e questo porta la futura mamma a non controllarsi durante i pasti. È importante invece prestare molta attenzione al cibo, specialmente durante i primi mesi di gravidanza preferendo cibi ricchi di vitamine, proteine e fibre, evitando i cibi crudi e bevendo almeno 6-8 bicchieri di acqua al giorno. I dottori indicano come ideale l’aumento di un kg al mese, cercando di non prendere più di 9-13 kg durante tutta la gravidanza.
Ecco un video riassuntivo di tutto quello che succede alla mamma e quali sono i sintomi alla quarta settimana di gravidanza.

Leggi anche: Primo mese di gravidanza: i sintomi

Immagini gravidanza: feto 4 settimane

Arrivati alla quarta settimana di gravidanza un’ecografia permette di riuscire a vedere per la prima volta la nuova vita che sta nascendo. Certo non sarà possibile vedere molto, ma già quel semplice puntino visibile in camera creerà con la mamma un legame speciale.
Ma come si presenta un feto di 4 settimane? Di seguito alcune immagini di gravidanza alla quarta settimana.

primo mese gravidanza
ecografia in gravidanza
feto 4 settimane
quarta settimana di gravidanza
sacco gestazionale
sacco vitellino
Leggi anche: E se fosse un maschietto? Ecco i nomi più belli!

Precauzioni da prendere il 1 mese di gravidanza

Anche se i sintomi del primo mese di gravidanza sono quasi assenti o comunque sopportabili, è opportuno che la futura mamma adatti il proprio stile di vita alla nuova condizione nella quale si trova. La prima cosa da fare è iniziare a smettere di fumare e bere bevande alcoliche.
Non bisogna smettere di fare attività fisica, ma è consigliabile evitare sport rischiosi e molto intensi come equitazione o rugby. Un ottimo consiglio è quello di iniziare a praticare sedute di yoga, che permettono di adattare le posizioni alla crescita del pancione mese per mese. Alcuni esercizi nello yoga, come quelli per la respirazione, torneranno utili alla mamma durante il travaglio.
Di seguito un video con alcuni esercizi che puoi provare a svolgere già dal 1 mese di gravidanza:

Leggi anche:

  1. Quinta settimana di gravidanza: i primi sintomi e l’ecografia del 2 mese
  2. Sesta settimana di gravidanza: tutto ciò che c’è da sapere
  3. Seconda settimana di gravidanza: l’inizio di questa avventura
  4. Terza settimana di gravidanza: sintomi, embrione e curiosità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *