olive in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Olive in gravidanza: fanno bene o fanno male?

Cosa mangiare in gravidanza? Le olive in gravidanza fanno bene oppure meglio evitarle? Scopriamo se le olive sono tra i cibi da evitare in gravidanza o se invece mangiare olive fa bene

Olive in gravidanza: si possono mangiare?

Una donna incinta è continuamente alle prese con i problemi a tavola. Tra le voglie e i cibi da evitare in gravidanza, può essere davvero difficile trovare il giusto equilibrio. In effetti si sa che è importantissimo sapere cosa mangiare in gravidanza per il corretto sviluppo del bambino, per la sua salute e per quella della mamma. Cosa non mangiare in gravidanza? Le olive fanno parte della lista nera? Scopriamo di seguito se questo alimento fa parte dei cibi vietati in gravidanza o se invece le olive si possono mangiare tranquillamente anche nei nove mesi.

Olive gravidanza: le proprietà nutritive

Non tutti sanno che le olive non sono tra gli alimenti da evitare in gravidanza, in quanto contengono diverse proprietà nutritive. Dunque, quando parliamo di cosa si può mangiare in gravidanza, possiamo far rientrare tranquillamente questo alimento, anche se con alcuni accorgimenti. Perché in gravidanza le olive fanno bene a mamma e bambino? Mangiare olive fa bene per i seguenti motivi:

  • sono antiossidanti grazie al contenuto di polifenoli, vitamina E, betacarotene
  • contengono sodio, magnesio, potassio, ferro, calcio, vitamine C e A, tiamina
  • si digeriscono con facilità

Da alcuni studi è emerso che non solo le olive non sono tra gli alimenti vietati in gravidanza, ma sono addirittura cibi consigliati in gravidanza perché possono prevenire nel bambino asma e allergie dopo la sua nascita. L’unica cosa da tenere presente è la quantità di sale presente in questo alimento, soprattutto per chi soffre di pressione alta che può essere pericolosa durante la gestazione. Anche in questo caso però bisogna considerare le quantità che si assumono, perché mangiare qualche oliva, e non una quantità eccessiva, pare possa addirittura contribuire all’abbassamento della pressione.

gravidanza olive

Leggi anche: Il Limone In Gravidanza: Proprietà Benefiche

Olive e toxoplasmosi: ci sono rischi?

La toxoplasmosi in gravidanza può essere molto pericolosa. Quando si fa il primo esame del sangue e si scopre di essere negative, iniziano una serie di paranoie e domande. Infatti questa infezione, durante i nove mesi di gestazione, mette in pericolo il bambino. In alcuni casi può portare all’aborto o a una nascita prematura, oppure a danni per il feto. Questa infezione dipende dal Toxoplasma Gondii, un parassita che può colpire gli animali come gatti, altri mammiferi, ma anche uccelli e molluschi. Per questo motivo è fondamentale prestare attenzione a cosa non si deve mangiare in gravidanza per non prendere la toxoplasmosi. Infatti questa infezione si contrae mangiando carne poco cotta di animali infetti oppure entrando a contatto con le loro feci o con la terra in cui hanno fatto i loro bisogni.

Questo è il motivo per cui molti alimenti in gravidanza devono essere mangiati solo ben cotti. Dunque la prima cosa che un ginecologo fa è spiegare in gravidanza cosa mangiare e come. I cibi sconsigliati in gravidanza, per questo motivo, sono pesce crudo e salumi, così come la carne non cotta bene. Quando si assume cibo in gravidanza come verdura e frutta crude, bisogna prestare attenzione a lavarlo in maniera accurata. Molte donne, per evitare tutti i rischi connessi alla toxoplasmosi, preferiscono che i cibi in gravidanza siano sempre cotti.

mangiare olive

Leggi anche: Fa Bene Lo Zenzero In Gravidanza?

Olive in gravidanza e toxoplasmosi: c’è un legame?

Se per la domanda “posso mangiare le olive in gravidanza?” la risposta è sicuramente sì, bisogna prestare attenzione al modo in cui vengono consumate. Per evitare i rischi connessi alla toxoplasmosi è bene lavare accuratamente le olive prima di mangiarle.
Si possono utilizzare dei disinfettanti o il bicarbonato. Per stare più tranquille però, si possono mangiare le olive cotte. È bene tenere a mente questi accorgimenti anche per evitare la toxoplasmosi in allattamento.

cosa mangiare in gravidanza

Leggi anche: Secondo Mese Di Gravidanza: Sintomi, La Pancia E Gli Esami

Mangiare olive in gravidanza: come consumarle?

Come bisogna mangiare le olive in gravidanza? Per deciderlo è importante sapere quali sono le loro proprietà e considerare eventuali controindicazioni. Ecco di seguito alcune indicazioni:

  • olive verdi in gravidanza: si possono mangiare senza problemi perché non sono tra i cibi che fanno male; contengono una percentuale di grassi pari al 15%;
  • olive nere in gravidanza: contengono grassi per il 25% e si possono mangiare tranquillamente;
  • olive in salamoia in gravidanza: contengono un alto contenuto di sale che non fa bene durante la gestazione perché può far alzare la pressione nelle donne a rischio;
  • olive sott’olio in gravidanza: sono tra i cibi da evitare al pari di tutti gli altri alimenti sott’olio perché possono fare male;
  • olio d’oliva in gravidanza: si può e si deve consumare ed è da preferire agli altri oli.

mangiare olive in gravidanza

Leggi anche: Primo Mese Di Gravidanza: I Sintomi