gorgonzola cotto in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Gorgonzola cotto in gravidanza: sì o no?

Si può mangiare il gorgonzola cotto in gravidanza o fa parte degli alimenti da evitare? Scopriamo se il gorgonzola in gravidanza fa male

Gorgonzola cotto in gravidanza

Il gorgonzola in gravidanza si può mangiare? Bisogna fare molta attenzione con i formaggi in gravidanza, in quanto molti non si possono assumere perché pericolosi.
Ci sono infatti degli alimenti da evitare durante la gestazione, sia perché la singola mamma non può assumerli a causa di alcune patologie, sia perché nocivi di per sé.
Dunque se vi state chiedendo cosa si può mangiare in gravidanza, e avete dei dubbi sul gorgonzola cotto, continuate a leggere.

Alimenti in gravidanza: i formaggi da evitare

Cosa non fare in gravidanza? Sicuramente una donna in dolce attesa è già stata informata dettagliatamente riguardo al fatto che bisogna stare alla larga da alcuni cibi. Tra questi troviamo alcuni formaggi freschi.
Ma perché non si possono mangiare? Tali alimenti a pasta molle contengono acqua e proprio qui i batteri possono trovare il giusto ambiente per proliferare. Inoltre molti formaggi del genere sono sottoposti all’erborinatura, trattamento che porta allo sviluppo di muffe.
Dunque quando si parla di formaggio in gravidanza è bene sapere quale si può assumere e quale invece va evitato. Sicuramente qualsiasi formaggio non pastorizzato deve essere bandito dalla tavola di una gestante. Ecco di seguito una lista di alcuni formaggi da evitare in gravidanza:

  • gorgonzola
  • feta
  • blu d’Aosta
  • camembert
  • brie
  • castelmagno
  • cabrales
  • danablu
  • roquefort

Come possiamo vedere, il discorso riguarda anche il formaggio di capra in gravidanza. Il problema dei formaggi fatti con latte non pastorizzato, è l’eventuale rischio di contrarre la Listeriosi. Nel paragrafo che segue scopriamo perché è pericolosa per mamma e bambino.
Intanto vi proponiamo un video su cosa mangiare in gravidanza e cosa evitare.

Leggi anche: Salsicce In Gravidanza: Cosa Mangiare E Cosa È Meglio Evitare

Listeriosi gravidanza: cos’è e perché è pericolosa

La Listeriosi è una malattia infettiva potenzialmente molto pericolosa. A determinarla è il batterio denominato Listeria Monocytogenes. Questo resiste anche alle basse temperature e dunque non basta mettere i formaggi freschi in frigorifero. Inoltre tale batterio si moltiplica molto facilmente ed è anche resistente.
In realtà la Listeriosi in gravidanza si può contrarre non solo con i formaggi non pastorizzati, a pasta molle, ma anche mangiando altri derivati e la carne di animali che risultano essere portatori sani. È questo uno dei motivi per i quali la carne cruda è spesso bandita dalla dieta di una donna incinta.
L’unico modo per scongiurare il rischio di Listeriosi è cuocere tutti i cibi che possono essere portatori di questo batterio tanto pericoloso.
La Listeriosi durante i nove mesi, e in particolar modo nel terzo trimestre, può essere molto pericolosa e addirittura fatale per il bambino. Attraverso la placenta può arrivare al piccolo questo batterio causandone meningite, problemi respiratori, cisti, fino a provocare l’aborto o una nascita prematura. Il bambino, anche dopo il parto, può avere problemi di salute molto importanti. I sintomi più comuni di questa infezione sono diarrea, vomito, febbre e mal di testa.
Di seguito potete vedere un video in cui viene spiegata la Listeriosi e si parla di quali sono i cibi da evitare nell’alimentazione in gravidanza per scongiurare tale malattia.

Leggi anche: Si Possono Mangiare Le Acciughe In Gravidanza?

Quali formaggi si possono mangiare in gravidanza?

Dopo aver visto per i formaggi freschi quali sono quelli da evitare, parliamo di quelli concessi. I formaggi che si possono mangiare in gravidanza sono quelli realizzati con latte pastorizzato.
Dunque i latticini in gravidanza sono consentiti se rispettano tale regola. Via libera perciò ai formaggi pastorizzati, alla ricotta, al philadelphia, alla robiola, alla mozzarella e al latte, purché non sia stato appena munto.
Fra i cibi consentiti anche i formaggi stagionati, come Fontina, Pecorino, Toma e Parmigiano reggiano, perché la lunga stagionatura, di almeno un anno, elimina ogni pericolo.

gorgonzola gravidanza

Leggi anche: Crema Pasticcera In Gravidanza

Gorgonzola in gravidanza: è possibile mangiarlo cotto?

Il gorgonzola fa male? Come abbiamo visto fa parte dei formaggi vietati in gravidanza perché potenzialmente pericoloso. Una mamma che però vuole una bella pizza in gravidanza con il gorgonzola sciolto può essere accontentata?
Il gorgonzola in gravidanza cotto può essere assunto perché, come abbiamo visto, la cottura elimina i pericoli. Non si rischia, dunque, la Listeriosi con gorgonzola cotto. Stesso discorso vale per il gorgonzola cotto sulla pizza. Differente è la situazione, per i motivi esposti sopra, quando si parla di mangiare gorgonzola in gravidanza senza cuocerlo. Mentre si può mangiare il gorgonzola in allattamento.
Se avete voglia di un bel piatto di gnocchi in gravidanza con gorgonzola sciolto sopra, non dovete temere. L’importante è che sia ben cotto. Come abbiamo visto il rapporto tra gorgonzola e gravidanza è ambivalente. Abbiate cura di seguire queste semplici regole per non avere troppe privazioni.

pizza in gravidanza

Leggi anche: Stracchino In Gravidanza: Tutto Quello Che C’è Da Sapere Sui Formaggi