salsiccia in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Salsicce in gravidanza: cosa mangiare e cosa è meglio evitare

La carne è un alimento fondamentale in gravidanza. Ma si possono mangiare tutti i tipi di carne, come la salsiccia? Vediamo insieme proprietà e controindicazioni.

Dieta in gravidanza

Quando una donna è in attesa può concedersi molti peccati di gola, ma allo stesso modo deve prestare attenzione a quello che mangia, per non creare problemi per la sua salute e per quella del bambino. Tra gli alimenti che non dovrebbero mai mancare nella dieta di una futura mamma c’è sicuramente la carne, importante per l’apporto di proteine, ma che deve essere mangiata con criterio, facendo attenzione per esempio alla cottura. Spesso però proprio riguardo la carne la donna in gravidanza si pone molte domande:
Quali tipi di carne preferire? Si può mangiare la carne di maiale in gravidanza o ancora si può mangiare piccante in gravidanza?
Vediamo insieme come mangiare la carne, in particolare la salsiccia in gravidanza, i suoi pericoli e le proprietà.

Perché mangiare carne in gravidanza e quale scegliere

Se nella vita di tutti i giorni la scelta di mangiare o meno la carne dipende dalle diverse “ideologie”, quando una donna è in attesa, la carne diventa un alleato fondamentale per lo sviluppo del bambino.
Ovviamente qualunque tipo di carne si scelga di mangiare, la prima regola in gravidanza è che sia ben cotta, questo perché la carne al sangue potrebbe essere veicolo del batterio toxoplasma gondii, che provoca nella gestante la toxoplasmosi, un’infezione che nelle donne in gravidanza potrebbe portare a conseguenze gravi alla mamma ma soprattutto al bambino.
Preferibilmente è sempre meglio scegliere la carne bianca (pollo, tacchino, coniglio) invece della carne rossa che andrebbe mangiata circa due volte a settimana poiché essendo ricca di grassi saturi è meno digeribile e porta a un’innalzamento dei valori della colesterolemia, che potrebbe causare problemi cardiovascolari alla mamma.
La carne poi è ricca di proprietà:
– proteine
– vitamine B
– sali minerali (potassio e magnesio)
– ferro
carne in gravidanza


Leggi anche: Mangiare frutta e verdura in gravidanza è fondamentale. Ma possono essere mangiati anche i mandarini? Scopriamo le loro proprietà e se esistono controindicazioni.

Carne di maiale in gravidanza…si o no?

Tra le varie tipologie di carne da poter mangiare, la carne di maiale in gravidanza non è l’ideale. Questo perché è ritenuta ricca di batteri e poco digeribile per le mamme in attesa. Ciò non vuol dire che la carne di maiale rientri tra i cibi da evitare in gravidanza ma deve essere consumata con le giuste accortezze. Il prosciutto cotto (che è ottenuto dalla coscia del maiale) ad esempio è l’unico affettato che può essere mangiato tranquillamente dalla mamma in gravidanza. E per quanto riguarda le salsicce in gravidanza?
Anche in questo caso, se preparata correttamente, la salsiccia può essere mangiata senza problemi, facendo sempre attenzione alla cottura. La salsiccia cotta in gravidanza è indicata per il grande apporto di proteine e ferro, mentre è altamente sconsigliato mangiare salsiccia cruda, perché cosi come qualunque altro tipo di carne cruda è veicolo di batteri pericolosi che potrebbero causare listeria.
Di seguito un video interessante su cosa mangiare e cosa evitare in gravidanza:

Leggi anche: Quali sono i pesci da evitare e l’elenco del pesce azzurro che non può mancare nell’alimentazione in gravidanza.

Come mangiare la salsiccia in gravidanza: consigli e proprietà

Se consumate con attenzione le salsicce sono consigliate in gravidanza, poiché contengono proprietà che aiutano una sana crescita del feto durante la gestazione. In particolare le salsicce contengono:
nove i tipi di aminoacidi (fenilalanina, isoleucina, istidina, leucina, lisina, metionina, treonina e triptofano),
proteine
vitamine, in particolare la vitamina B12 che aiuta nello sviluppo dell’emoglobina nel sangue, che è fondamentale per aiutare a metabolizzare i grassi presenti nel corpo e sintetizzare bene le proteine.
ferro e zinco ottimi per prevenire l’insorgenza di anemia, poiché integrano i livelli di emoglobina nel sangue.
Per consumare tranquillamente le salsicce in gravidanza è bene seguire alcuni consigli:
– consumare le salsicce bollenti o comunque riscaldate ad alta temperatura;
– conservare le salsicce non più di due giorni in frigorifero una volta acquistate;
– scegliere salsicce con basso contenuto di sodio poiché ad alti livelli il sodio potrebbe causare malattie urinarie e coronariche alla madre e portare altre complicazioni a lei e al bambino;
-scegliere sempre salsicce piccole o nel caso siano di grandi dimensioni, tagliarle in più parti per avere una cottura più omogenea;
– accertarsi che siano ben cotte: il minimo è 70 gradi per 4-5 minuti (nel caso della carne alla brace in gravidanza bisogna prestare molta attenzione ai tempi di cottura, per far si che risulti ben cotta all’interno).
salsiccia gravidanza
Leggi anche: Scopriamo se le olive sono tra i cibi da evitare in gravidanza o se invece mangiare olive fa bene

Quale salsiccia mangiare e quale evitare

Pur avendo chiarito che non esistono controindicazioni nel consumo di salsiccia in gravidanza, ci sono alcune modalità di cottura o tipologia di conservazione che rendono la salsiccia un alimento non adatto per le future mamme. Vediamo in che modo non bisogna mangiare la salsiccia in gravidanza:
Sono assolutamente da evitare le salsicce fritte, quelle affumicate e quelle spalmabili.
Sono da evitare anche le salsicce secche poiché hanno una procedura di lavorazione che permette facilmente ai batteri di insediarsi nel prodotto.
Non è indicato nemmeno il chorizo, una salsiccia di maiale condita generalmente con l’aglio. In questo caso non ci sono controindicazioni ma la presenza dell’aglio potrebbe disturbare la mamma in attesa.
La salsiccia piccante in gravidanza può essere consumata facendo molta attenzione però alle quantità. Infatti in gravidanza si può mangiare piccante ma facendo attenzione a non esagerare per non soffrire di bruciore di stomaco. Quindi, specialmente nell’ultimo periodo di gestazione dove il bruciore di stomaco è più frequente sarebbe meglio evitare di mangiare cibo piccante per evitare di star male.
Allo stesso modo sarebbe da evitare la nduja in gravidanza essendo piccante ma soprattutto non cotta. Se invece viene utilizzata come preparato per qualche piatto cotto allora può essere mangiata ma con moderazione.
Per quanto riguarda piatti come, pizza con la salsiccia o ancora pasta o panino con la salsiccia, valgono le stesse regole e accortezze: assicurarsi che la salsiccia sia ben cotta e a temperatura adeguata, per potersi godere senza problemi un piatto gustoso.
salame gravidanzaLeggi anche: Fra i pesci, in gravidanza, ce ne sono molti dannosi. Se ti stai chiedendo “il salmone affumicato fa male?”… scoprilo con noi!