decima settimana gravidanza
Gravidanza Settimane di gravidanza

Decima settimana di gravidanza: sintomi, trasformazioni ed esami da fare

Quali sono i sintomi a 10 settimane? Come si presenta un feto alla decima settimana? Cosa mostra un’ecografia al terzo mese? E come cambia il corpo della mamma nel primo trimestre?

10 settimane di gravidanza: cosa sapere

La decima settimana di gravidanza va da 9+0 a 9+6. Ci si trova esattamente a metà del terzo mese di gravidanza, l’ultimo del primo trimestre.
Ma quali sono i sintomi più comuni che una donna prova a 10 settimane di gravidanza?
Quali sono le dimensioni del feto a 10 settimane? E come cambia cambia il corpo della mamma?
A dieci settimane la pancia potrebbe iniziare a essere visibile ed è quasi arrivato il momento di comunicare a tutti di essere incinta. Ancora pochi giorni e anche il rischio di aborto spontaneo scenderà drasticamente, così come le paure più diffuse tra le mamme.
Il percorso attraverso le 40 settimane sarà ancora lungo e costellato di emozioni, ma tra poco la gioia della gravidanza potrà essere urlata al mondo anche dai genitori più scaramantici.
Scopriamo insieme cosa succede alla 10 settimana di gravidanza.

10 settimane di gravidanza: sintomi

Non tutte le future mamme sperimentano le nausee gravidiche. Molte donne vivono senza fastidi le prime settimane di gravidanza e arrivano a 10 settimane sapendo di essere incinta solo per i risultati di un test positivo.
Avere una gravidanza senza sintomi (o comunuqe una gravidanza senza nausea) è assolutamente normale e non è certo indice di problemi. Anzi, è una fortuna che permette a molte donne di vivere serenamente i primi periodi.
Per molte altre, invece, i sintomi del primo trimestre di gravidanza sono evidenti. Per chi soffre di nausee in gravidanza, alla decima settimana queste sono ancora molto fastidiose.
Probabilmente si saranno provati alcuni rimedi contro la nausea in gravidanza, ma non sempre questi hanno effetto. Bisognerà pazientare ancora qualche settimana prima che le nausee finiscano e ci si senta di nuovo meglio.
Altri sintomi a 10 settimane di gravidanza sono:

  • seno gonfio che si prepara all’allattamento;
  • perdite vaginali (trasparenti e inodori. In caso di perdite di sangue o perdite maleodoranti è necessario recarsi tempestivamente in ospedale perché potrebbe essere in corso un’infezione);
  • pesantezza alle gambe: il sangue in circolazione nel corpo di una donna in gravidanza aumenta anche del 40% ed è normale sentirsi appesantite;
  • tensione addominale: il corpo si sta preparando ad accogliere la crescita del feto;
  • difficoltà a digerire: dovuta essenzialmente agli ormoni e non ancora alla posizione del bambino;
  • insonnia: spesso causata da agitazione e pensieri;
  • ipersensibilità agli odori.

È importante che la mamma venga coccolata e mantenuta in un ambiente quanto più sereno possibile, che mangi vario ed equilibrato, che beva molta acqua e che faccia un po’ di movimento per evitare tensioni muscolari e infiammazioni a nervi e tendini che potrebbero diventare dolorose nei mesi a venire.
Nel video che segue un approfondimento sulla decima settimana di gravidanza.

Leggi anche: Fa bene lo zenzero in gravidanza? 

Feto a 10 settimane

Come si presenta un feto di 3 mesi? Cosa si vede in un’ecografia a 10 settimane di gravidanza?
Innanzitutto, quello che più emoziona nell’ecografia del terzo mese è sentire il battito del cuore del bambino. Nell’ecografia della decima settimana è ancora difficile riuscire a riconoscere perfettamente i lineamenti del proprio bambino. A meno che non si tratti di un’ecografia in 3D o un’ecografia in 4D. Un feto di 10 settimane visto con un’ecografia 3D o 4D è perfettamente un bambino in miniatura. Sembra tutto completamente formato ed è un’esperienza indimenticabile.
Le braccia e le gambe dell’embrione a 10 settimane, seppur molto corte, hanno già preso la propria conformazione. Perfino mani e piedi hanno già le loro cinque dita. La testa, seppur sproporzionata rispetto al resto del corpo, contiene già tutto quello che diventerà occhi, orecchie, naso e bocca.
A volte è già possibile sbilanciarsi sul sesso del bambino, anche se la maggior parte dei ginecologi preferisce attendere l’ecografia morfologica per averne la certezza.
Nel video che segue un’ecografia della 10 settimana in 4D che mostra un embrione al terzo mese.

Leggi anche: Funghi in gravidanza: fanno bene?

Gravidanza 10 settimane: come cambia il corpo della mamma

Se dentro la pancia il bambino cresce a una velocità impressionante, alla decima settimana le trasformazioni del corpo della mamma non sono ancora così evidenti. La maggior parte delle donne, infatti, non ha ancora comunicato la propria gravidanza, in attesa di terminare il 3 mese di gravidanza e scongiurare per sempre la fase più delicata di rischio aborto.
Come cambia quindi il corpo della mamma e come si presenta la pancia a 10 settimane?
I pantaloni potrebbero cominciare a stringere in vita; alla decima settimana la pancia potrebbe cominciare a gonfiarsi e a prendere una leggera forma sotto la camicetta.
Il seno potrebbe aver già conquistato una taglia in più ed essere più teso ma molte donne non presentano questa trasformazione fino al parto e al momento dell’arrivo della montata lattea.
La pelle e i capelli potrebbero in alcuni casi presentarsi più luminosi e morbidi. Per altre invece potrebbe iniziare a spuntare qualche brufolo, la cosiddetta acne gravidica. Si tratta in ogni caso di modifiche del corpo della mamma legate agli ormoni e si presentano differenti da donna a donna.
A 10 settimane la gravidanza si è ormai consolidata, tra pochi giorni sarà possibile allentare la tensione e le preoccupazioni legate al rischio di aborto spontaneo.

10 settimane gravidanza

Leggi anche: Le frasi e le immagini più belle per far sì che sia sempre una buona settimana

Perdite a dieci settimane di gravidanza

Avere perdite vaginali in gravidanza è abbastanza normale. Si tratta del muco prodotto internamente per mantenere al sicuro cervice e collo dell’utero.
È però fondamentale che queste perdite si presentino incolori e inodori.
Si tratta di perdite gelatinose, molto simili al muco che si presenta durante l’ovulazione.
Nel caso in cui le perdite vaginali avessero un odore sgradevole, acido o molto forte, è importante recarsi dal proprio ginecologo per scongiurare la presenza di un’infezione.
Le infezioni vaginali in gravidanza sono molto frequenti e se curate tempestivamente non hanno conseguenze. Se però le infezioni vaginali in corso vengono trascurate queste possono estendersi all’interno e provocare, nei casi più estremi, un parto prematuro che, a 10 settimane, sarebbe incompatibile con sopravvivenza.
Le perdite vaginali in gravidanza, inoltre, devono presentarsi come trasparenti o leggermente opache. L’importante è che non siano scure e non presentino tracce di sangue. In questo caso è necessario recarsi con urgenza al pronto soccorso per una visita approfondita.
Il ginecologo valuterà lo stato di salute del bambino e della mamma, controllando che non si siano verificati distacchi della placenta o un accorciamento del collo dell’utero.
Se le perdite di sangue a 10 settimane sono accompagnate da dolori addominali forti e continui, è probabile che ci si trovi di fronte a un aborto spontaneo. È comunque indispensabile mantenere la calma e recarsi in ospedale per monitorare la situazione.
Nel video che segue un approfondimento sulle perdite vaginali in gravidanza.

Leggi anche: Scopri cosa puoi mangiare in gravidanza e cosa, invece, è meglio evitare

Ginnastica ed esercizi a dieci settimane

Il movimento in gravidanza è fondamentale. Fare uno sport adeguato alla condizione fisica della donna in gravidanza ha risvolti decisamente positivi, sia sul fisico sia sull’umore.
Se la gravidanza si è avviata senza complicazioni e la mamma si sente bene, fare esercizi alla decima settimana di gravidanza non comporta nessun pericolo.
Esistono esercizi adatti al primo trimestre di gravidanza: si tratta di movimenti leggeri che non forzano sull’addome per evitare di provocare contrazioni. è inoltre altrettanto importante evitare sbalzi e sforzi eccessivi.
La gravidanza non è una malattia, ma il corpo si trova in uno stato delicato. Per questo motivo, se non ci sono controindicazioni accertate dal medico, non esiste motivo per sospendere qualsiasi attività fisica. Si tratterà semplicemente di modificare le proprie abitudini di allenamento.
Per chi non praticava nessuna attività fisica, la decima settimana è un ottimo momento per iniziare a prendersi cura del proprio corpo che verrà sottoposto a un notevole stress nei mesi a venire.
Fare lunghe passeggiate all’aria aperta o imporsi ogni giorno di effettuare esercizi di stretching adatti alla gravidanza è importante per prevenire tensioni muscolari o infiammazioni molto comuni, come, per esempio la sciatalgia.
Nei video che seguono alcuni esercizi per il primo trimestre di gravidanza adatti alla decima settimana.

Leggi anche: Non sai che nome dare al tuo bambino? Ecco i più belli, femminili e maschili, di sempre

Leggi anche:

  1. Undicesima settimana di gravidanza: feto, controlli da fare, curiosità
  2. Dodicesima settimana di gravidanza
  3. Ottava settimana di gravidanza: sintomi, feto, curiosità
  4. Nona settimana di gravidanza: sintomi, feto, ecografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *