Bere caffè in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Caffè in gravidanza: un alleato o un pericolo per le future mamme?

Il caffè è un piacere del quale è difficile fare a meno. Ma è rischioso berlo per le mamme in gravidanza? Scopriamone benefici e cotroindicazioni.

Caffeina in gravidanza

Quando una donna è in attesa di un figlio deve modificare le proprie abitudini alimentari, evitando cibi che potrebbero far male al bambino. Spesso sono accorgimenti facili da prendere, come evitare di mangiare cibi crudi, altre volte invece evitare un determinato cibo per i 9 mesi di gestazione diventa un sacrificio. In gravidanza il caffè deve essere evitato o può essere assunto tranquillamente?
Scopriamo insieme proprietà e controindicazioni di questa bevanda.

Caffè in gravidanza: si o no?

Iniziamo col dire che si può bere caffè in gravidanza, facendo però molta attenzione alle dosi e a tutte le bevande o i cibi che contengono caffeina. Il caffè non è infatti l’unica bevanda che contiene caffeina, ma la si può trovare anche nel tè, nella coca cola, nelle bevande energetiche e persino nel cioccolato fondente. Spesso si hanno dubbi soprattutto ad inizio gravidanza ma il caffè in gravidanza il primo mese può essere assunto tranquillamente, cosi come, facendo sempre attenzione alle dosi, si può bere caffè in gravidanza nel primo trimestre, anche se questo periodo è abbastanza delicato perché c’è rischio di aborto.
caffè gravidanza


Leggi anche: Tiramisù In Gravidanza, Perché Rinunciare?

Benefici e controindicazioni del caffè

Il caffè preso normalmente serve a dare la giusta energia per affrontare la giornata, ma per le mamme la questione è più complessa. Una tazzina di caffè presa per esempio durante la colazione può aiutare a combattere la sonnolenza, tipico sintomo della gravidanza, ma sono molte di più le controindicazioni che i benefici che dipendono dall’assunzione. Vediamo insieme perché il caffè fa male alle gestanti.
Tra i rischi maggiori derivanti dall’assunzione smisurata di caffeina, ci sono aborto spontaneo, parto prematuro o ancora il rischio di una nascita di un bambino sottopeso, perché non riesce ad avere il giusto sviluppo durante la gestazione. Inoltre mentre una persona in condizioni fisiche normali riesce a smaltire la dose di caffeina abbastanza velocemente (circa in 4-5 ore), le donne incinte, avendo un metabolismo più lento, impiegano ben 18 ore. Infine tra i danni della caffeina ci sono nausea, tachicardia e acidità di stomaco.
caffe in gravidanza
Leggi anche: Camomilla In Gravidanza: Si Può Bere?

Caffè quanti al giorno e quali scegliere

Quanti caffè al giorno sono concessi alle future mamme? Non più di due tazzine, preferibilmente non esagerando con le dosi di zucchero, per non incorrere in problemi di diverso genere per la mamma e il bambino. Se la mamma soffre di reflusso, gastrite o in generale vuole evitare di assumere caffè in gravidanza può optare per delle varianti altrettanto gustose.
Una buona idea è quella di sostituire il caffè con il decaffeinato in gravidanza, senza però dimenticare che anche il caffè decaffeinato seppur in dosi inferiori (0,1%) contiene comunque caffeina ed è bene non abusarne. Stesso discorso vale anche per il caffè d’orzo. In gravidanza una tazza di caffè d’orzo rilassa la muscolatura dell’apparato digerente ed è una dolce coccola che la mamma può concedersi ogni tanto. Occhio però allo zucchero che viene aggiunto alla bevanda.
Per quanto riguarda il ginseng in gravidanza è preferibile assumerlo in quantità moderata (due tre tazzine al giorno) solo dopo il terzo mese di gravidanza.
Il dubbio sulla sua assunzione deriva da uno studio del 2003 dell’Università di Hong Kong che ha testato gli effetti di alcuni principi attivi del ginseng sugli embrioni. Dalla ricerca è emerso che maggiore è l’esposizione maggiore sono i difetti di crescita sia scheletrica che muscolare dei feti. Ad oggi non è ancora stata effettuata nessuna ricerca che possa confermare questi effetti negativi ma è consigliabile limitarne le dosi di consumo.
caffè decaffeinato
Leggi anche: Tisane In Gravidanza: Ecco Quali Bere E Cosa Non Fare

La caffeina, non solo nel caffè

La caffeina non è contenuta solo nella tazzina di caffè, esistono infatti molti prodotti che contengono un certa dose di caffeina, alcuni insospettabili, che consumiamo quotidianamente. Vediamo insieme quali sono gli altri prodotti che contengono caffè e in quale percentuale:

  • Cioccolato: una barretta di cioccolato fondente (50 grammi) contiene circa 30mg di caffeina, mentre 50 mg di cioccolato al latte ne contengono circa 15mg. Questo è il motivo per il quale i bambini si sentono più attivi dopo aver mangiato del cioccolato.
  • Bevande Energetiche: una bevanda energetica (250ml) contiene la stessa quantità di caffeina di una tazza di caffè e danno lo stesso effetto energizzante.
  • Bibite zuccherate: le bibite zuccherate come la coca-cola contegono circa 40mg di caffeina, la metà rispetto ad un caffè espresso.

Inoltre una certa dose di caffeina è contenuta anche in: cereali, gelati al cioccolato, yogurt, prodotti da forno, liquori, gomme da masticare, tè, biscotti vari (gocciole, biscotti marshmallow, biscotti wafers).
Un consiglio valido donne in gravidanza, e in generale  per chiunque, è quello di non superare la dose consigliata di 400mg al giorno, per non incorrere in spiacevoli disturbi.
alimenti che contengono caffeina
Leggi anche: Gelati In Gravidanza, Sono Ammessi?