baccalà in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Baccalà: perché mangiarlo in gravidanza

Benefici e proprietà del Baccalà in gravidanza

Cosa mangiare durante la gravidanza

Quante volte ti è capitato, in questo periodo, di cercare su internet informazioni sulla gravidanza: cibi da evitare? Cosa evitare di mangiare in gravidanza?
Si tende sempre a concentrarsi sui cibi sconsigliati in gravidanza invece che dedicarsi al mangiar sano.
La gravidanza è un periodo molto delicato e occorre prendersi cura del proprio corpo e della salute in modo pronto e accurato. Mangiare sano in gravidanza porta benefici alla tua salute, al tuo umore e, di conseguenza, alla crescita della creatura che porti in grembo.
Per una volta ecco delle informazioni su cosa mangiare durante la gravidanza per far bene a te e al feto.
Scoprirai che mangiare pesce in gravidanza, se è quello giusto, fa più che bene!
Vediamo insieme perché.

Pesce in gravidanza: cosa mangiare?

Avrai sentito che il pesce è fra gli alimenti sconsigliati in gravidanza, alcuni tipi di pesce infatti, sono una delle principali fonti di mercurio nell’alimentazione (per esempio il tonno e tutti i pesci di grandi dimensioni). Uno studio pubblicato su Environmental Health Perspectives (Dietary Predictors of Maternal Prenatal Blood Mercury Levels in the ALSPAC Birth Cohort Study – DOI: 10 1289 / ehp 1206115), ridimensiona il pericolo evidenziando che con certe dicerie si fanno più danni che altro. Si rischia infatti di far eliminare completamente dalla dieta di una donna in gravidanza il pesce e i nutrienti che apporterebbe se mangiato in quantità corrette. Dallo studio non sono inoltre non sono emerse presenze di mercurio nelle donne in gravidanza.
Mangiare pesce in gravidanza è importante perché in questo alimento sono presenti gli Omega-3, di cui fanno parte gli acidi grassi insaturi, utili per un buon sviluppo del feto.
Non ci sono dunque pesci da evitare in gravidanza, ma solo quantità da tenere sott’occhio, come per ogni cibo d’altronde.
Un consiglio su quale pesce mangiare in gravidanza però c’è: il baccalà.

baccala sotto sale


Leggi anche: Pesce in gravidanza

Baccalà: da dove arriva e come mangiarlo

Il baccalà è un pesce apprezzato in Italia, protagonista di molte ricette regionali della tradizione. Soprattutto quella Ligure.
Il baccalà è un pesce bianco, ottenuto dalla lavorazione del merluzzo (Nord Europa), e, per essere conservato, viene messo sotto sale. Il sale, si sa, elimina l’acqua, bloccando la proliferazioni di microrganismi dannosi. Questo rende il baccalà sotto sale un pesce che si può mangiare in gravidanza anche se non propriamente “fresco”.
Prima di poter essere cucinato, deve essere immerso in acqua per eliminare il sale in eccesso.
Dunque il baccalà, in poche parole, non è altro che il “merluzzo” salato.
Forse hai sentito che il merluzzo è un pesce da evitare in gravidanza, ma non è così. Evita solo di mangiare lo stoccafisso (merluzzo essiccato all’aria) se non prima accuratamente cucinato.
Il baccalà in gravidanza si può cucinare bollito, in umido, mantecato, al forno, in un primo piatto o fritto, anche se quest’ultima preparazione del pesce in gravidanza è sconsigliata così come tutti i cibi fritti.
Qui sotto una video ricetta del baccalà in umido:

Leggi anche:Crema pasticcera in gravidanza

Baccalà: valori nutrizionali

Il baccalà o merluzzo ha le stesse proprietà nutritive sia sotto sale che non. Nel primo caso, le avrà solo in minor quantità.
Nelle poche calorie (103 ogni 100 grammi) del baccala, ci sono proprietà eccellenti e molti pregi. A partire dal fatto che è un pesce magro, adatto anche a chi è a dieta o, per l’appunto, alle donne in gravidanza che devono evitare di eccedere con il peso.
Qui sotto vediamo, del baccalà, i valori nutrizionali:

    • Ricco di proteine e amminoacidi essenziali. A parità di peso contiene quasi il doppio delle proteine rispetto alla carne suina e bovina, senza però colesterolo, calorie e acidi grassi. Attenzione! La carne è una cosa da evitare di mangiare in gravidanza se non cotta bene o di dubbia provenienza.
    • Ricco di omega 3: Questo tipo di grassi mantiene sotto controllo il livello di colesterolo cattivo, aiutando cuore e pressione sanguigna perché riducono l’accumulo di grassi sulle pareti delle arterie.
      Il merluzzo in gravidanza previene quindi infarti e ictus.
    • Ricco di magnesio, sodio, potassio, fosforo e selenio. Quest’ultimo è importantissimo per mantenere in equilibrio l’azione della tiroide.
    • Fonte di vitamina A e del gruppo B per lo sviluppo del sistema visivo e scheletrico e per la produzione di energia per l’intero organismo.
    • Contiene lisina, un amminoacido che favorisce lo sviluppo di anticorpi e aiuta l’assorbimento del calcio.

baccala o merluzzo

Leggi anche: Salsicce in gravidanza

Baccalà: Proprietà benefiche

I pesci in gravidanza fanno bene, ma vediamo nello specifico del baccalà, le proprietà benefiche.

  • Riduce i malanni di stagione come raffreddore e influenza;
  • Rafforza la risposta del sistema immunitario;
  • Migliora la risposta insulinica nei pazienti affetti da diabete di tipo 2;
  • Combatte gli inestetismi della cellulite;
  • Aiuta a guarire dal raffreddore;
  • Previene le patologie cardiovascolari
  • Migliora le capacità delle cellule cerebrali, prevenendo l’insorgere di malattie degenerative come l’Alzheimer e artrite.
  • Rallenta l’invecchiamento cellulare donando energia e tonicità;
  • Aiuta la formazione di calcio nelle ossa.

merluzzo in gravidanza


Leggi anche: Tonno in gravidanza: si può mangiare?

Pesci da evitare in gravidanza

Il pesce crudo in gravidanza è fra i cibi da evitare, e non solo per il rischio di toxoplasmosi.
Il pesce crudo può contenere infatti il batterio della salmonella, ricordati dunque di cuocere sempre tutto a puntino. Meglio non rischiare!
Altri pesci da evitare sono il tonno e il pesce spada; ottimi invece orata, branzino e alici.
Per concludere, quando ci si chiede se il merluzzo o baccalà è un pesce che si può mangiare in gravidanza, la risposta è che è addirittura un pesce consigliato in gravidanza. Non farlo mancare nella tua tavola e nella tua dieta settimanale.
Qui una spiegazione su come dissalare il baccalà:

Leggi anche: Gorgonzola in gravidanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *