galbanino in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Galbanino in gravidanza: si o no?

Si può mangiare il galbanino in gravidanza? Tutto quello che devi sapere sui formaggi in gravidanza e le loro proprietà

Galbanino in gravidanza

Come un po’ per ogni ingrediente, in gravidanza ci poniamo sempre la stessa domanda, potrò mangiarlo? È sicuro? Da dove proviene? Mi farà male?
Qui potrai trovare tutte le risposte alle tue domande, specialmente se il galbanino in gravidanza è ammesso, se il formaggio e il latte in gravidanza fanno male. Imparerai la differenza fra formaggi pastorizzati e non pastorizzati e più in generale quali sono i formaggi da evitare in gravidanza.

Valori nutrizionali del galbanino

Il galbanino è tra i formaggi da mangiare in gravidanza. È un prodotto che non si può trovare al di fuori dei supermercati, è confezionato industrialmente e pur non essendo stagionato, può essere consumato in tutta tranquillità.
Occhio però alle quantità perché in 100 gr. di galbanino, le calorie, sono ben 328.
Le calorie del galbanino sono però suddivise in proteine, carboidrati, grassi. Vediamo dunque del galbanino i valori nutrizionali:

22 gr. di proteine;
1,5 gr. di carboidrati;
0.9 gr. di sale;
0.2 gr. di zuccheri
26 gr, di grassi.
galbanino


Leggi anche: Stracchino In Gravidanza: Tutto Quello Che C’è Da Sapere Sui Formaggi

Formaggi consentiti in gravidanza

I formaggi che si possono mangiare in gravidanza sono innumerevoli, sono talmente tanti i formaggi consentiti in gravidanza che farne un elenco è impossibile. Possiamo però indicare le categorie più sicure. Come per tutti i cibi consentiti in gravidanza vale la regola del controllo provenienza e dell’igiene nella preparazione.
Dunque, quali formaggi si possono mangiare in gravidanza? I formaggi con latte pastorizzato può essere una risposta ma se vogliamo andare nello specifico, possono essere mangiati:

  • mozzarella;
  • stracchino;
  • crescenza;
  • emmental;
  • fontina;
  • pecorino;
  • grana padano;
  • parmigiano;
  • scamorza;
  • ricotta;
  • certosa;
  • squacquerone;
  • formaggino;
  • gorgonzola cotto;
  • asiago.

Come puoi vedere sono tanti, ma assicurati che siano provenienti da supermercati controllati e non da caseifici.
Per alcuni formaggi a pasta molle invece non c’è certezza, è quindi meglio sospenderne il consumo fino a gravidanza terminata:

  • sottilette in gravidanza (a meno che non si sia certe che siano state ricavate da un unico formaggio)
  • burrata in gravidanza (perché difficilmente viene prodotta industrialmente)
  • tomino in gravidanza (a meno che non sia ben cotto ad alte temperature)

formaggi in gravidanza
Leggi anche: Crostacei e molluschi in gravidanza

Quali cibi evitare in gravidanza

Sono molti i cibi proibiti in gravidanza? La risposta è no, ma per ogni alimento ci sono una o più varianti di preparazione e come per il prosciutto crudo o cotto, anche con il formaggio dobbiamo prendere i dovuti accorgimenti.
Le linee guida dicono che il formaggio non pastorizzato è fra gli alimenti proibiti in gravidanza.
Ma facciamo maggiore chiarezza: I formaggi non pastorizzati quali sono?
Tutto il latte che non subisce un trattamento termico prima di essere utilizzato per produrre formaggio, se lavorato artigianalmente, non va consumato in gravidanza.
La pastorizzazione elimina eventuali batteri patogeni e viene effettuata specialmente su formaggi molli.
Possiamo affermare che su alcuni formaggi non viene effettuata la pastorizzazione proprio per lasciare certi batteri che gli donano determinate caratteristiche nel gusto e nell’odore.
I formaggi freschi in gravidanza non occorre evitarli.
Stai più attenta a:

  • formaggi erborinati (a pasta molle con muffe);
  • formaggi a pasta molle (solo nel primo trimestre e per tutta la gravidanza se di dubbia provenienza);
  • formaggi con latte crudo
  • formaggi a pasta semidura.

Leggi l’etichetta prima di comprare e andrai sul sicuro.

quali formaggi mangiare
Leggi anche: Mascarpone in gravidanza: si può mangiare?

Perché stare attenti ai latticini in gravidanza

Occorre porre attenzione sui latticini in gravidanza principalmente per il rischio di listeriosi, una malattia infettiva che indebolisce il sistema immunitario. I sintomi sono simili a quelli dell’influenza ma se contratta in gravidanza può portare danni gravi al feto e problemi di parto prematuro o aborto.
Ecco perché bisogna porre attenzione sulla consumazione del formaggio in gravidanza.

formaggi non pastorizzati

Leggi anche: Pecorino in gravidanza: quali rischi?

Ricette galbanino alla piastra

Abbiamo visto quali formaggi mangiare in gravidanza e perché evitarne altri. Ora che sai che il formaggio galbanino in gravidanza si può mangiare e che sai a cosa stare attenta, possiamo consigliarti qualche ricetta:
Le più famose sono le ricette con galbanino alla piastra ma nelle video-ricette che ti proponiamo ne scoprirai delle altre, sempre fatte con il Galbanino.

Leggi anche: Gelati in gravidanza, sono ammessi?