autunno poesie autori famosi
Frasi

Poesie sull’autunno: 33 pensieri e immagini dal significato profondo

Per l’arrivo dell’autunno abbiamo raccolto tantissime poesie. Parole profonde, poesie d’autunno in rima, video e colorate immagini con poesie sull’autunno da condividere sui social. Non devi fare altro che scegliere quella che preferisci e ricondividerla o semplicemente leggerla per lasciarti trasportare dalle dolci parole dei poeti che raccontano la stagione più colorata dell’anno.

Poesie sull’autunno di poeti famosi

Pochi giorni fa il 22 settembre, più precisamente alle 20.21 è arrivato l’autunno, un momento dell’anno in cui la notte è uguale al giorno. Gli antichi credevano che questa particolare fase dell’anno fosse molto importante e significativa. Gli avi infatti avevano l’usanza di proteggere e conservare il raccolto, e forse è anche per questo che noi ci sentiamo inconsciamente protetti in questa stagione, in casa, sotto la coperta mentre fuori piove. L’autunno rappresenta la raccolta di ciò che si è seminato, quindi metaforicamente potrebbe essere l’invito a pensare a ciò che si ha, invece di pensare a ciò che manca. Proprio per dare all’autunno un significato nuovo e più profondo, abbiamo raccolto di seguito tantissime poesie sull’autunno. Parole in rima, e non, che in modo diverso ci possono far riflettere sulla bellezza di questa stagione.

La stagione in poesia: l’autunno raccontato dai poeti

Iniziamo questa raccolta di poesie d’autunno con parole belle ed emozionanti che ci riportano alla mente tutte le caratteristiche della stagione autunnale: i sapori e i profumi di questo periodo, le caldarroste, le foglie gialle e rosse che svolazzano fino a toccare terra dopo essere cadute dagli alberi quasi spogli. In effetti in autunno ogni cosa che ci circonda è poesia. L’autunno, per chi lo ama è una stagione calda e accogliente, mentre per coloro che anche con l’arrivo dei primi freddi rimpiangono l’estate, abbiamo raccolto tante poesie autunnali che sicuramente vi faranno cambiare idea.

Autunno
Quando la terra
comincia a dormire
sotto una coperta
di foglie leggere,
quando gli uccelli
non cantano niente.
Quando di ombrelli
fiorisce la gente,
quando si sente
tossire qualcuno,
quando un bambino
diventa un alunno.
Ecco l’autunno!
Violini d’autunno, Paul Verlaine
Singhiozzi lunghi
dai violini
dell’autunno
mordono il cuore
con monotono
languore.
Ecco ansimando
e smorto, quando
suona l’ora,
io mi ricordo
gli antichi giorni
e piango;
e me ne vado
nel vento ingrato
che mi porta
di qua e di là
come fa la
foglia morta.
(Roberto Piumini)

Autunno
Foglie
gialle cadono coprendo
il terreno d’oro, attraverso la foresta sto passeggiando
guardando un cerchio che la natura ha appena fatto,
ma perché mi sento vecchio
quando i colori estivi iniziano a svanire?
(Zivan Vujcic)

Autunno
Autunno mansueto, io mi posseggo
e piego alle tue acque a bermi il cielo,
fuga soave d’alberi e d’abissi.
Aspra pena del nascere
mi trova a te congiunto;
e in te mi schianto e risano:
povera cosa caduta
che la terra raccoglie.
(Salvatore Quasimodo)

Fuochi d’autunno
Negli altri
giardini e in
tutta la valle,
dai falò autunnali vedi la scia di fumo!
Piacevole estate
finita e tutti
i fiori estivi. Il fuoco rosso divampa,
le torri di fumo grigie.
Canta una canzone sulle stagioni!
Qualcosa di luminoso in tutto!
Fiori in estate,
fuochi in autunno!
(Robert Louis Stevenson )

Pioggia d’autunno
Vorrei, pioggia d’autunno, essere foglia
che s’imbeve di te sin nelle fibre
che l’uniscono al ramo, e il ramo al tronco,
e il tronco al suolo; e tu dentro le vene
passi, e ti spandi, e si gran sete plachi.
So che annunci l’inverno: che fra breve
quella foglia cadrà, fatta colore
della ruggine, e al fango andrà commista,
ma le radici nutrirà del tronco
per rispuntar dai rami a primavera.
Vorrei, pioggia d’autunno, esser foglia,
abbandonarmi al tuo scrosciare, certa
che non morrò, che non morrò, che solo
muterò volto sin che avrà la terra
le sue stagioni, e un albero avrà fronde.
(Ada Negri)

Niente che l’oro possa rimanere
Il primo verde della
natura è l’oro, la sua tonalità più difficile da tenere.
La sua foglia precoce è un fiore;
Ma solo così un’ora.
Poi la foglia si
abbassa a foglia,
così l’Eden
sprofondò nel dolore, così l’alba scende al giorno Niente oro può rimanere.
(Robert Frost)

Autunno
Già lo sentimmo venire
nel vento d’agosto,
nelle piogge di settembre
torrenziali e piangenti,
e un brivido percorse la terra
che ora, nuda e triste,
accoglie un sole smarrito.
Ora passa e declina,
in quest’autunno che incede
con lentezza indicibile,
il miglior tempo della nostra vita
e lungamente ci dice addio.
(Vincenzo Cardarelli)

Vedere cadere le foglie
Veder cadere le foglie mi lacera dentro,
soprattutto le foglie dei viali.
Soprattutto se sono ippocastani,
soprattutto se passano dei bimbi,
soprattutto se il cielo è sereno,
soprattutto se ho avuto, quel giorno,
una buona notizia,
soprattutto se il cuore, quel giorno,
non mi fa male,
soprattutto se credo, quel giorno,
che quella che amo mi ami,
soprattutto se quel giorno
mi sento d’accordo
con gli uomini e con me stesso.
Veder cadere le foglie mi lacera dentro,
soprattutto le foglie dei viali,
dei viali d’ippocastani.
(Nazim Hikmet)

Mattino d’autunno
Che dolcezza infantile
nella mattinata tranquilla!
C’è il sole tra le foglie gialle
e i ragni tendono fra i rami
le loro strade di seta.
(Federico García Lorca)

Pioggia d’autunno
Vorrei, pioggia d’autunno, essere foglia
che s’imbeve di te sin nelle fibre
che l’uniscono al ramo, e il ramo al tronco,
e il tronco al suolo; e tu dentro le vene
passi, e ti spandi, e si gran sete plachi.
So che annunci l’inverno: che fra breve
quella foglia cadrà, fatta colore
della ruggine, e al fango andrà commista,
ma le radici nutrirà del tronco
per rispuntar dai rami a primavera.
Vorrei, pioggia d’autunno, esser foglia,
abbandonarmi al tuo scrosciare, certa
che non morrò, che non morrò, che solo
muterò volto sin che avrà la terra
le sue stagioni, e un albero avrà fronde.
(Ada Negri)

L’estate è finita
Sono più miti le mattine
e più scure diventano le noci
e le bacche hanno un viso più rotondo.
La rosa non è più nella città.
L’acero indossa una sciarpa più gaia.
La campagna una gonna scarlatta,
Ed anch’io, per non essere antiquata,
mi metterò un gioiello.
(Emily Dickinson)

poesia autunno
Autunno Dove vanno le foglie arrossate che il vento stacca dagli alberi? Volano e passano: il brusio del vento è tutto ciò che rimane dell’autunno. (Saionji Kinmochi)

Leggi anche: Frasi Sull’autunno: 102 Pensieri Sulla Stagione Più Magica Dell’anno

Poesie sull’autunno in rima e filastrocche per i più piccoli

Diciamoci la verità, per quanto l’estate sia bella con il rumore del mare, il caldo e le lunghe passeggiate al tramonto, l’autunno regala dei paesaggi e delle atmosfere uniche, un misto di dolcezza e nostalgia che permette di raggiungere una pace interiore. L’autunno però non è solo un momento romantico; per i bambini, specie i più piccoli è sempre divertente saltellare su un prato di foglie secche scricchiolanti, e con l’arrivo dell’autunno, che combacia con l’inizio della scuola, anche rivedere i vecchi compagni è un motivo di gioia. Per i più piccoli abbiamo raccolto tante poesie sull’autunno per bambini, parole in rima facili da ricordare. Poesie sull’autunno di poeti famosi che magari anche tu avrai studiato da piccolo, e che fanno capire con parole semplici quanto sia magica questa stagione.

Il vento
Sentila soffia,
sentila sbuffa:
dolce ti graffia,
un’aria buffa.
Senti che voce,
senti che fiato,
vento veloce,
vento fatato.
Senti carezza,
senti spintone,
aria di brezza,
vento burlone.
(R. Piumini)

Filastrocca del piccolo ghiro
Filastrocca del piccolo ghiro
che dorme molto
e va poco in giro.
Che preferisce
stare al calduccio,
arrotolato in un cantuccio.
Se dentro un tronco
lo senti russare….
Fai piano piano,
non lo svegliare.

Una fogliolina vagabonda
una fogliolina amica del vento
non se ne stava ferma un momento
“mi sono stancata di questi rami
…voglio vedere paesi lontani!”
il vento le diede un buffetto sul viso
e dentro ai suoi occhi ritornò il sorriso
allora lui facendo un girotondo
volò con lei in giro per il mondo.

Autunno
Foglie rosse, foglie gialle,
volan via come farfalle:
resta nudo l’alberello,
nudo, spoglio e poverello.
– Ma verrà la primavera! –
lo conforta l’uccellino
che venuto gli è vicino.
– Fiori e nidi tu riavrai,
e in letizia canterai,
e con te canterò anch’io
lodi e grazie al buon Dio.
(G. Gasparini)

La prima pioggia
Scendon le gocce della prima pioggia
che sui selciato ancor timida batte,
mentre settembre lietamente sfoggia
l’ardore delle sue bacche scarlatte.
E le foglie chiacchierine
parlano dell’autunno che ritorna
e che sotto la pioggia fine fine
di pampini e di bacche agile s’adorna.
(Marino Moretti)

È autunno nel mondo
Giro giro tondo
l’autunno è in tutto il mondo
ci sono sulle montagne
le noci e le castagne
e poi nella pianura
c’è l’uva matura
sotto gli alberi giganti
i funghetti sono tanti.

Cadon le foglie
Cadon le foglie come farfalle:
ve n’è di rosse, ve n’è di gialle,
volteggiano un momento,
e partono col vento.
E la povera pianta là, nell’aria,
rabbrividisce, nuda e solitaria.
(Maria Maltoni)

Foglie gialle
Ma dove ve ne andate,
povere foglie gialle,
come tante farfalle
spensierate?
Venite da lontano
o da vicino?
Da un bosco
o da un giardino?
E non sentite la malinconia
del vento stesso
che vi porta via?
(Trilussa)

Autunno
Lassù sulle montagne
son mature le castagne;
nelle pinete tante pigne;
molti grappoli nelle vigne.
Raccolte son le prugne,
pere, mele e cotogne.
Si riposan le campagne.
Volan lontano le cicogne.

Le foglie
Le foglie ormai sono cadute,
l’estate non c’è più
sono partite le rondini
sono andate lontano, laggiù.

autunno poesia
È già il pallido autunno Come varia il colore delle stagioni, così gli umori e i pensieri degli uomini. Tutto nel mondo è mutevole tempo. Ed ecco, è già pallido, sepolcrale autunno, quando pur ieri imperava la rigogliosa quasi eterna estate. Vincenzo Cardarelli

Leggi anche: Una raccolta dei nostri articoli con le frasi sulla vita e immagini da condividere.

Poesie d’autunno in immagini da condividere

Non hai trovate, nelle proposte precedenti, la poesia sull’autunno più adatta a te? Di seguito allora ti proponiamo un’altra idea, delle colorate immagini con poesie sull’autunno di poeti famosi da poter condividere sui social per inaugurare questa bella stagione. Se sei un’insegnante utilizza le poesia d’autunno formato immagine come lavoretto per i tuoi bambini, come testo da imparare in classe, o magari scegli la più bella da stampare e tenere in casa, come decorazione autunnale.

autunno poesie
Autunno Passano nella nebbia un contadino storto e il suo bue, lentamente, nella nebbia d’autunno che nasconde i tuguri poveri e vergognosi. E, mentre s’allontana, il contadino canta una canzone triste dell’amore infedele, che parla di un anello e d’un cuore spezzato. Oh, l’autunno, l’autunno ha sepolto l’estate! Passano nella nebbia due figurine grigie. Guillaume Apollinaire
poesia sull autunno
Bosco d’autunno Ha messo chiome il bosco d’autunno. Vi dominano buio, sogno e quiete. Né scoiattoli, né civette o picchi lo destano dal sogno. E il sole pei sentieri dell’autunno entrando dentro quando cala il giorno si guarda intorno bieco con timore cercando in esso trappole nascoste. (Boris Pasternak)
poesie d autunno
Autunno e amore Giunto è novembre; dal cielo plumbeo cade la pioggia, lenta, monotona; la brezza il fior distrugge, la rondinella fugge. A noi che importa? se i fiori sbocciano nel maggio eterno delle nostre anime? se il vivo sol d’amore le inonda di splendore? (Laura Clementina Maiocchi)
poesia l autunno
Sera d’ottobre Lungo la strada vedi su la siepe ridere a mazzi le vermiglie bacche: nei campi arati tornano al presepe tarde le vacche. Vien per la strada un povero che il lento passo tra foglie stridule trascina: nei campi intuona una fanciulla al vento: fiore di spina. (Giovanni Pascoli)
poesie autunnali
Foglia appassita Ogni fiore vuol diventare frutto, ogni mattino sera, di eterno sulla terra non vi è che il mutamento, che il transitorio. Anche l’estate più bella vuole sentire l’autunno e la sfioritura. Foglia, fermati paziente, quando il vento ti vuole rapire. Fai la tua parte e non difenderti, lascia che avvenga in silenzio. Lascia che il vento che ti spezza ti sospinga verso casa. (Hermann Hesse)
poesie autunno
Colori d’Autunno. Tempo d’uva, miracolo di Dio! La terra si spoglia tutta, la casa odora di frutta, il cielo piange d’addio! Alla prima pioggia si è più soli, il muro si insanguina di rampicanti, sui giorni dorati come santi la rondine scrive gli ultimi voli. (Renzo Pezzani)
poesie di autunno
La foglia morta Gemè la foglia: «Ramo natio per sempre addio! Il vento gelido lontan mi porta son cosa morta!» Ma il sole fulgido la carezzò la consolò Disse: nel mondo tutto si muta non sei perduta! Forse sarai fiore gentile nel dolce aprile». Al suo destin la foglia andava e un fior sognava. (Arpalice Cuman Pertile)
poesie sull autunno
Mattino d’autunno Il cielo era tutto sereno: di mano in mano che il sole s’alzava dietro il monte si vedeva la sua luce… Un venticello d’autunno, staccando dai rami le foglie appassite del gelso, le portava a cadere qualche passo distante dall’albero. (Alessandro Manzoni)

Leggi anche: In questa sezione puoi trovare una raccolta delle più belle frasi da dedicare, adatte per le occasioni più disparate.