funghi bambini
Alimentazione Gravidanza

Funghi ai bambini: quando vanno dati?

Alimento gustoso e particolarmente apprezzato, ma i funghi fanno male ai più piccoli?

Funghi e bambini: meglio aspettare

Il regime alimentare dei più piccoli resta uno dei crucci più importanti per moltissime mamme che, dubbiose, temono di sbagliare nel somministrare questo o quell’alimento ai loro piccoli. I bambini possono mangiare i funghi? La risposta è no: si tratta di un alimento che è meglio non inserire nella dieta dei più piccoli. Invece è consentito mangiare funghi in gravidanza? Scopriamo insieme quali sono i rischi e i benefici del consumo dei funghi per grandi e piccini.

Alimentazione e funghi: proprietà e valori nutrizionali

Quindi i funghi fanno male? No! Paragonati nell’uso comune ai vegetali e utilizzati prevalentemente come contorno, i funghi condividono con gli ortaggi alcune caratteristiche. La composizione dei funghi, molto simile a quella degli ortaggi in fatto di macronutrienti, presenta abbondanti proteine e carboidrati. Ricco d’acqua e di fibra, questo prezioso dono della terra è ricco di vitamine, minerali e antiossidanti. Ma i funghi per i bambini sono di difficile digestione (e in seguito vi spiegheremo il motivo)
Ecco i valori nutrizionali dei funghi (100 grammi):

  • Calorie: 27 kcal
  • Carboidrati: 2 g
  • Grassi: 0 g
  • Proteine: 5 g

funghi benefici


Leggi anche: Astice in gravidanza:ci sono dei rischi?

Funghi ai bambini: perché sono sconsigliati?

Gustosi e ricchi di preziose sostanze nutritive, i funghi sono difficilmente digeribili a causa della presenza nella loro parete cellulare della chitina, polisaccaride assai difficile da metabolizzare. Per questo motivo gli esperti consigliano: “niente funghi ai bambini al di sotto dei 12-13 anni”, età entro la quale gli enzimi utili alla demolizione della chitina non sono presenti a sufficienza nell’organismo. Pericolosissimo inoltre somministrare trealosio e mannitolo ai neonati. Questi zuccheri infatti, presenti nei funghi, non possono essere digeriti dai più piccoli.
Quindi non si possono dare funghi ai bambini? La risposta è: non troppo spesso. Ai piccoli, di gran lunga più sensibili degli adulti a eventuali avvelenamenti da funghi tossici e ad allergia ai funghi, potrà essere consentito solo qualche assaggio di questo gustoso alimento, magari inserito in semplici ricette adatte all’infanzia. Per altre informazioni riguardo i funghi in allattamento clicca qui.
funghi per bambini
Leggi anche: I bambini possono mangiare tonno in scatola?

Funghi in gravidanza: come comportarsi?

Essenziale per l’intero decorso della gravidanza e per la salute del nascituro è senza dubbio l’alimentazione della mamma. Molti esperti sostengono che il fungo, sebbene poco digeribile, sia un alimento molto utile nella dieta delle donne in dolce attesa.
Alleati della crescita e del sano sviluppo del feto, in gravidanza i funghi fanno bene e sono ricchi proteine, vitamine e minerali come lo zinco, il fosforo e il potassio. Alcuni medici, al contrario, suggeriscono che mangiare funghi in gravidanza faccia male. Durante la sua crescita infatti il feto è esposto a molteplici rischi tra cui intossicazioni, tossinfezioni alimentari, parassitosi e rischi di malnutrizione. Per conoscere tante informazioni in più sui funghi in gravidanza clicca qui.

mangiare funghi in gravidanza
Leggi anche: Speck in gravidanza, perché no?

I funghi fanno male? Quando e perché

In definitiva mangiare funghi fa male solo se non si adottano determinati accorgimenti. Scopriamo insieme quali regole seguire per mangiare funghi in sicurezza.

  • Consumare esclusivamente funghi acquistati nei supermercati o da rivenditori autorizzati, garantiti quindi dal controllo degli ispettorati micologici delle Asl.
  • Evitare i funghi che crescono spontanei e di dubbia provenienza, raccolti di persona o da terzi.
  • Attenzione ai funghi porcini in gravidanza. Questa tipologia di fungo infatti è facilmente confondibile con altre specie non commestibili. In linea generale è possibile anche consumare funghi porcini in allattamento e durante la gestazione sempre se controllati e certificati.
  • Via libera a funghi secchi confezionati e ai funghi surgelati in gravidanza. Sbollentarli in acqua prima del congelamento e conservarli per non più di sei mesi.
  • Evitare i funghi sott’olio perché potrebbero dar vita alla formazione di tossina botulinica.
  • I funghi crudi fanno male in gravidanza perché possibili portatori di infezioni per gestante e nascituro.
  • Mai superare la dose settimanale consigliata di 100/200 grammi onde evitare un’indigestione di funghi.

Qualora aveste un’indigestione da funghi, i sintomi sono principalmente di natura gastrointestinale (vomito, diarrea, nausea e dolori addominali). In presenza di questi fastidi, comparsi a seguito di un pasto a base di funghi, è bene recarsi al pronto soccorso per evitare che l’intossicazione abbia conseguenze più gravi.

funghi bambini alimentazione
Leggi anche: Si possono mangiare le castagne in gravidanza?

Funghi e alimentazione: quali i rischi?

Quindi i funghi fanno male? Tra i tanti rischi connessi al consumo di funghi troviamo la contaminazione. Vere e proprie “spugne” per comportamento e struttura, i funghi assorbono tutto e non andrebbero mai raccolti in luoghi non idonei come per esempio lungo le strade o nei pressi di campi e frutteti dove potrebbe esserci la presenza di pesticidi. I funghi coltivati quindi prevengono possibili contaminazioni da inquinanti di ogni genere.
Tante le specie velenose che possono provocare seri danni alla salute. La sintomatologia da avvelenamento, che comprende prevalentemente sintomi gastro-intestinali quali nausea, dolori addominali e diarrea, può comparire in tempi brevi (da 30 minuti a sei ore) oppure in tempi dilatati (da sei a venti ore) provocando danni gravissimi agli organi vitali.
Un’indigestione di funghi commestibili invece può essere causata da alcuni errori in fase di cottura come la mancata prebollitura, l’ingestione dei gambi o scarsi tempi di cottura.
Non rara anche l’allergia ai funghi che può provocare prurito, disturbi gastro-intestinali, gonfiore dei tessuti, difficoltà nella respirazione, mal di testa e shock anafilattico.

allergia ai funghi
Leggi anche: Pesce crudo in allattamento, è pericoloso?

Ricette a base di funghi: un vincente connubio di gusto e proprietà nutritive

Protagonisti della tradizione culinaria nostrana, i funghi possono essere cucinati in tantissimi modi.
Ecco alcune imperdibili ricette per mangiare i funghi in gravidanza, allattamento e per farli mangiare ai vostri bambini:

Leggi anche: È Sicuro Mangiare I Sottaceti In Gravidanza?

Alessandra Antonazzo