salmonella in gravidanza
Alimentazione Gravidanza

Burro in gravidanza: un pericolo per le mamme?

Il burro rientra tra i cibi vietati in gravidanza o può essere mangiato tranquillamente dalle future mamme? Scopriamone insieme benefici e controindicazioni.

Alimentazione in gravidanza: burro si o no?

Quando una donna è in attesa è importante che segua una dieta equilibrata, facendo attenzione alle quantità di cibo e a cosa mangia. Tra gli alimenti che creano dei dubbi in gravidanza c’è sicuramente il burro.
Può essere mangiato dalle future mamme senza problemi o rientra tra i cibi da evitare in gravidanza? Scopriamo insieme tutti i benefici e le controindicazioni di questo alimento.

Burro, benefici durante la gravidanza

Iniziamo col dire che il burro può essere mangiato senza problemi in gravidanza. Il burro infatti contiene tanti benefici importanti durante la gestazione:

  • Regola i livelli di colesterolo: il burro è ricco di acidi grassi, utili per mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo durante la gravidanza.
  • Riduce la comparsa di problemi ormonali: in gravidanza gli ormoni della donna a volte possono causare fastidi. I livelli ormonali possono essere controllati e a volte ridotti proprio consumando il burro. Ovviamente il controllo ormonale non può essere tenuto a bada solo con l’alimentazione ma serve spesso l’aiuto di un medico.
  • Fornisce energia rapida: Essendo ricco di vitamine, K, E, D, il burro è consigliato per dare una carica di energia utile in gravidanza.
  • Migliora la pelle: Grazie alla sua composizione il burro aiuta a fornire antiossidanti che ricostituiscono le cellule e donano freschezza alla pelle, che può apparire spenta durante la gravidanza.
  • Sviluppa il cervello del bambino: ricco di acido folico e vitamina E, il burro è consigliato per aiutare lo sviluppo celebrale del feto.
  • Riduce l’ansia e lo stress: il burro contiene flavonoidi utili a ridurre i livelli di stress e mantenere una mente calma, importante durante la gestazione, tanto quanto la salute fisica.
  • Sviluppa le ossa del feto: Il burro contiene una buona quantità di calcio importante per lo sviluppo dello scheletro e dei denti del bambino.
  • Rende i muscoli più forti: pur essendo grassoso, il grasso presente nel burro è saturo. Ciò permette un maggior sviluppo dei muscoli del bambino.

burro in gravidanza


Leggi anche: Gorgonzola Cotto In Gravidanza: Sì O No?

Controindicazioni del burro per le mamme

Il burro essendo ricco di benefici è consigliato per la mamma e il bambino. Questo però non vuol dire che può essere mangiato senza problemi. Essendo così ricco di grassi è sconsigliato per le donne che soffrono di diabete gestazionale o che hanno problemi cardiaci, poiché potrebbero aggravarsi. Le calorie del burro (717 ogni 100 grammi) lo rendono poi un alimento poco adatto per chi già soffre di problemi di peso in gravidanza.
Essendo un derivato del latte, il burro così come la maggior parte dei formaggi in gravidanza deve essere assunto con particolari accorgimenti. Un batterio pericoloso per le mamme che può essere preso tramite i latticini è la salmonella. In gravidanza questo batterio può provocare gastroenterite, diarrea, febbre e dolori addominali. Inoltre potrebbero esserci problemi nello sviluppo del feto e in casi peggiori l’aborto o parto prematuro. Allo stesso modo il burro in gravidanza può provocare toxoplasmosi, che per le donne in gravidanza comporta gli stessi rischi e problemi della salmonella.
latticini in gravidanza
Leggi anche: Stracchino In Gravidanza: Tutto Quello Che C’è Da Sapere Sui Formaggi

Quale burro mangiare, in che quantità e valide alternative

Anche il burro salato può essere mangiato in gravidanza, purché il consumo sia in quantità moderata. La maggior parte delle persone preferisce consumare burro poiché aumenta il sapore e la consistenza dei piatti. È una buona abitudine però non consumarlo quotidianamente, ma optare per un cucchiaino in qualche pasto. Lo stesso vale anche per il burro di arachidi, in gravidanza può essere mangiato perché ricco di sostanze nutritive, ma facendo molta attenzione alle allergie che possono essere un pericolo per il bambino.
Bisogna in ogni caso prendere delle precauzioni prima di mangiare il burro, per mantenere il corpo della mamma e del bambino sano:
accertarsi di mangiare burro in porzioni controllate;
associare il burro ad alimenti sani come frutta e verdura;
bilanciare l’assunzione di burro con il consumo di prodotti integrali;
mantenere una porzione controllata di burro, che può essere raccomandato dal medico.
In sostituzione del burro si possono scegliere valide alternative, altrettanto gustose:

  • erbe e brodi utili per condire le verdure;
  • olio d’oliva;
  • margarina.

burro crudo in gravidanza
Leggi anche: I Latticini Come La Mozzarella…Un Pericolo Per Le Donne In Gravidanza?